Avellino-Latina: precedenti, statistiche e curiosità

Quattro gli incontri disputati in Irpinia dal Latina. I laziali hanno vinto due partite, contro un’unica vittoria dell’Avellino, mente in una sola occasione il punteggio finale è terminato in parità. Il 7 dicembre 1952, nel campionato di serie D 1952-53, l’Avellino ospita sul proprio campo, per la prima volta nella storia, la squadra laziale.

Queste le formazioni: )Avellino) Tramontano, Giovannini, Flegar, Milani, Grappone, Agosto, Renosto, Varutto, Barbieri, Pace, Bertolini. (Latina) Rigo, Garcia, Benedetti, Celestini, Quaglieri, Mari, Baldini, Vina, Orsini, Crespi, Marcatali. Furono loro i protagonisti che in una fredda giornata di dicembre diedero vita a una gara ricca di colpi di scena. L’Avellino va in vantaggio con Barbieri, il Latina pareggia con Marcatali; nella ripresa Orsini e ancora Marcatali portano i pontini sull’1 a 3, nel finale Varutto su rigore riesce a ridurre le distanze, ma ciò non serve a evitare la sconfitta. Il punteggio finale è 3 a 2 per il Latina. Ironia della sorte, l’Avellino, nonostante la sconfitta, vince quel campionato dopo aver battuto il Colleferro nello spareggio, mentre il Latina chiude all’ultimo posto.

Andrea Carnevale
Andrea Carnevale in maglia biancoverde

Poi i biancoverdi non riescono a bissare la vittoria e perdono lo spareggio per l’ammissione alla serie C contro il Carbosarda. Tra i protagonisti di questa avvincente stagione, va menzionato l’attaccante irpino Barbieri, che in 22 gare di campionato segna ben 19 reti e nelle 8 gare degli spareggi ne segna altre 5. L’unica vittoria dell’Avellino contro il Latina si registra nel campionato di serie C 1969-70. I biancoverdi si impongono per 1 a 0, grazie a un’autorete di Rinaldi. In quel campionato i Lupi schierano al centro dell’attacco Pietro Basili, che in carriera ha segnato oltre 100 reti in C, vincendo anche la classifica marcatori 1977-78, con 18 realizzazioni quando militava nella Junior Casale. In Lega Pro II Divisione, campionato 2010-2011, il Latina espugna il Partenio vincendo 1 a 0 con rete di Giannusa. Nel campionato di Lega Pro I Divisione 2012-2013, le due formazioni, che poi conquistarono entrambe la serie B, si dividono la posta in palio pareggiando per 1 a 1, con rete irpina di Castaldo e pareggio ospite a opera di Caffiero. Due grandi ex hanno fatto la storia di entrambe le formazioni, si tratta degli attaccanti Andrea Carnevale e Guido Ugolotti. Queste le schede dei due calciatori, da sempre legati all’Avellino e alla maglia biancoverde:

Andrea Carnevale, attaccante. Nato a Monte S. Biagio (Latina) il 12 gennaio1961. Gioca nel Latina nel 1978-79, con 24 presenze e 3 reti; dal 1979 al 1981 con l’Avellino con 11 presenze e 1 rete; dal 1981 al 1983 alla Reggiana, 66 presenze e 16 reti; nel 1984 passa al Cagliari, dove totalizza solo 7 partite con 1 rete, per essere poi trasferito al Catania, dove gioca 23 partite con 3 reti; dal 1984 al 1986 è nell’Udinese, con 55 presenze e 16 reti; dal 1986 al 1990 gioca con il Napoli, 105 presenze e 31 reti, a fianco di Maradona vince 2 scudetti, 1 Coppa Italia e 1 coppa Uefa, viene convocato anche in Nazionale; passa alla Roma dove gioca dal 1990 al 1993 con 51 presenze e 15 reti; ritorna all’Udinese con 10 presenze; nel 1993-94 gioca nel Pescara, 24 presenze e 14 reti; ritorna per l’ennesima volta all’Udinese nel 1994-95 con 16 presenze e 7 reti; infine chiude la carriera ancora nel Pescara nel 1995-96, con 28 presenze e 10 reti.

Guido Ugolotti
Guido Ugolotti con la maglia della Roma

 

Guido Ugolotti, attaccante. Nato a Massa il 28 agosto 1958. Esordisce in serie A nella Roma, dove gioca dal 1977 al 1980 con 42 presenze e 11 reti; passa all’Avellino, dove gioca nel campionato 1980-81, 13 presenze e 3 reti; ancora Roma nel 1981-82 con 4 presenze; poi Pisa 1982-83, 13 presenze e 3 reti; Campobasso dal 1983 al 1985, 50 presenze e 7 reti; Arezzo 1985-86; Latina 1986-87 con 16 presenze e 1 rete; poi ancora Brindisi, Forlì e Potenza, dove chiude la carriera nel 1990.

TUTTO SU AVELLINO-LATINA