A Padova l’ultima gara di Biancolino e Millesi con l’Avellino?

Dopo una lunghissima militanza in biancoverde, potrebbe esser giunto il momento dell’addio per Raffaele Biancolino e Francesco Millesi. A Padova, venerdì sera, potrebbe essere la loro ultima gara con la maglia dell’Avellino.

I tifosi, ovviamente, fanno i dovuti scongiuri: se i Lupi vincono, con una serie di risultati favorevoli, possono ancora qualificarsi ai play-off. In quel caso, l’addio con i due calciatori sarebbe rimandato di qualche giorno o settimana. Anche perché, a prescindere dall’eventuale accesso ai play-off, il destino dell’esterno catanese e dell’attaccante napoletano appare comunque già scritto.

Ciccio Millesi è in scadenza di contratto. Secondo i soliti ben informati avrebbe dovuto lasciare l’Irpinia già nel mese di gennaio, quando il trasloco della sua famiglia venne scambiato per l’immediata partenza del calciatore. La società non gli ha mai proposto il rinnovo e lui non l’ha presa bene. I rapporti, sia con la piazza che con il resto della squadra, si sono poi irrimediabilmente compromessi dopo lo spiacevole episodio alla fine di Avellino-Cittadella. La sua stagione era iniziata tra panchina e tribuna, diventando poi titolare inamovibile, con il nuovo ruolo affidatogli da Rastelli sulla corsia mancina. Se a Padova non dovesse essere utilizzato, come spesso accade da qualche settimana a questa parte, la sua lunga avventura in biancoverde si concluderà con 156 presenze (in campionato) e 28 gol, tra serie B e C1.

millesi

Discorso simile per Biancolino, a cui Rastelli ha dato più di una possibilità nel corso della stagione. Ma il “Pitone” non ha mai impressionato, dimostrando che l’età comincia a farsi sentire. La conferma della scorsa estate è sembrata più che altro un riconoscimento alla carriera che la società ha voluto tributargli. Senza dimenticare le resistenze del calciatore ad abbandonare la città in cui vive ormai da anni. Poteva andar via a gennaio, se fosse arrivato un attaccante, andrà via alla fine di questo campionato, nell’attesa di qualche contatto da società di Lega Pro. La sua pluriennale militanza con i Lupi conta fino a questo momento 110 presenze (solo in campionato), condite da 52 gol.

Si chiuderà così una pagina durata tanti anni, segnata da vittorie, gioie e promozioni, ma anche da delusioni e retrocessioni, con l’addio di due personaggi che hanno indubbiamente legato il loro nome alla storia recente dei colori biancoverdi. Tra i pochi, insieme a Simone Puleo, ad aver indossato prima la maglia della mitica U.S. Avellino, poi quella della più giovane A.S. Avellino, erano in campo nell’indimenticabile finale play-off contro il Napoli

Leggi anche -> L’Avellino si qualifica ai play-off se…

Leggi anche -> A Padova ci sarà il “porta un amico”