Allenatore Avellino 2016-2017, Boscaglia o Toscano?

Boscaglia o Toscano come allenatore per l’Avellino 2016-2017? Questa è la domanda che si pongono i tifosi biancoverdi in vista della prossima stagione. Raggiunta la salvezza infatti, per l’Avellino è ormai tempo di programmare il futuro, e considerato che Tesser quasi sicuramente andrà via, l’allenatore è il primo tassello da apporre. E i due nomi sopra citati sono quelli che circolano più insistentemente.

Esaminiamo dunque i curriculum dei due tecnici. Boscaglia quest’anno è alla guida del Brescia, dove sta disputando un buon campionato, considerato che la squadra lombarda è stata ripescata la scorsa estate. Il suo nome però è legato al Trapani, dove è stato per sei anni, dal 2009 al 2015, e che ha portato dalla Serie D fino alla serie cadetta, anche incrociando l’Avellino tante volte.

Anche Toscano ha un percorso di tutto rispetto. La prima esperienza professionistica è al Cosenza, che guida dal 2007 al 2011, portando la squadra calabrese dalla D alla Prima Divisione. Quindi approda alla Ternana, che porta dalla Lega Pro (stesso girone dell’Avellino) alla B. Rimane in Umbria fino a metà stagione 2013-2014, quando viene esonerato. Quindi nel 2014-2015 un altra promozione della Lega Pro alla B, con il Novara, e quest’anno un breve ritorno a Terni a inizio stagione, che però dura solo quattro giornate a causa dei risultati negativi.

Insomma, due tecnici preparati che hanno ottenuto promozioni sul campo e che hanno già esperienza in un campionato difficile come la B. In ogni caso il discorso allenatore entrerà davvero nel vivo dopo la fine del campionato, quindi a partire da lunedì 23 maggio, quando la società dovrà sciogliere anche la questione direttore sportivo.