Amarcord – Antonio Conte e quel tabù chiamato Partenio

Una volta attaccati gli scarpini al chiodo, passando così dal campo alla panchina, la carriera di allenatore di Antonio Conte è stata un’autentica escalation. Il mister, infatti, nel giro di otto anni è passato dalla retrocessione in C1 con l’Arezzo alla Nazionale Italiana. Dopo l’esperienza negativa in terra toscana (esonerato e poi richiamato), il tecnico ha guidato il Bari (una salvezza ed una promozione in A), l’Atalanta (dimessosi) e il Siena (promosso in A), prima di aprire il ciclo con la Juventus, terminato con tre scudetti in altrettante stagioni.

Una volta chiusa la parentesi juventina, ecco arrivare la chiamata della Nazionale. È comunque in Puglia che la carriera di Conte inizia a prendere una piega positiva. Ed è proprio con la compagine barese che il tecnico ha incontrato per ben due volte l’Avellino, uscendo sempre sconfitto: nella stagione 2007/08, il Bari, dopo lo 0-4 in casa nel derby contro il Lecce alla 19° giornata, esonera Materazzi affidando la panchina proprio a Conte.

conte-carboni (2007-08)

L’esordio del nuovo tecnico avviene il 12 gennaio 2008 proprio al Partenio, ad aspettarlo l’Avellino di Carboni, quint’ultimo in classifica a quota 17 punti tre in meno dei Pugliesi. Sarà una partita aperta e piena di emozioni: vantaggio Irpino con Kenesei (11’), poi uno-due dei galletti con Cavalli (26’) e Antonelli (42’). Nella ripresa l’Avellino ribalta il punteggio grazie ad una doppietta di Pellicori; il bomber di casa trova la via della rete prima al 52’,  poi  a cinque dalla fine (su rigore), realizza la rete della vittoria, rendendo così amaro l’esordio di Conte. Al termine del campionato, però, ad esultare furono i galletti baresi e, buona parte del merito, fu proprio grazie all’ottimo lavoro di Conte (35 punti conquistati nel ritorno),  che permise alla squadra di ottenere un’ agevole salvezza. Diverso, invece, fu l’epilogo in casa biancoverde, stagione chiusa con la retrocessione.

Nella stagione 2008/09 le due squadre si incontrano nuovamente, l’Avellino, una volta ripescato, inizia nei peggiori dei modi questo nuovo campionato di B: 2 punti nelle prime sette partite. Alla 9° giornata (18 ottobre 2008) altro scontro tra le due squadre, l’Avellino (causa i quattro punti di penalizzazione) è ultimo in classifica, il Bari, invece, viaggia a quota 13 punti.  E’ la partita d’esordio tra le mure amiche per Campilongo, che parte subito bene e ringrazia  Pellicori (ancora lui) che porta in vantaggio i Lupi (11’). Il Bari non sta a guardare e al 31’ pareggia con Colombo ma, dopo l’espulsione di Kamata, la squadra di Conte subisce la rete del ko ad opera di Ciotola (68’). L’Avellino ringrazia e porta a casa la prima vittoria della stagione. Per Conte, due sconfitte su due, il Partenio rimane un tabù.

AVELLINO CALCIO AMARCORD