Amarcord Avellino: la prima partita dell’A.S. contro la Forza E Coraggio (Video)

L’Avellino di Massimo Rastelli si prepara per il prossimo campionato di Serie B, che la vedrà partecipe a distanza di 4 anni dal fallimento del 2009 e dall‘esordio tra i dilettanti della Serie D. Molti tifosi ricordano ancora molto bene l’esordio tra i dilettanti del nuovo corso dell’Avellino dopo la disastrosa gestione Pugliese. Se oggi tutti i tifosi irpini possono gioire per il ritorno nel calcio che conta, lo dobbiamo a tutti quelli che ci hanno creduto in questi 4 anni partendo proprio dal 23 agosto 2009.

Al Partenio-Lombardi non si respirava quell’aria di grande match ma c’erano lo stesso 3.422 spettatori ad incitare il nuovo cammino dei lupi in Serie D. L’Avellino si schierò in campo con il classico 4-4-2 con De Martino in porta, difesa con Serao e Patti esterni e la coppia centrale Lonardo – De Angelis. A centrocampo velocità e tecnica affidate a Meola a destra e Esposito a sinistra. Al centro De Rosa e Viscido a dettare i tempi della manovra. Nel Forza e Coraggio un ex di lusso come Vincenzo Riccio.

Il primo gol dell’Avellino in Serie D lo sigla Nappi al 12′ che approfittando di uno svarione difensivo della difesa ospiete ruba palla a limite dell’area e si presenta a tu per tu con il portiere e spedisce la palla in rete. Al 25′ il Forza e Coraggio pareggia con De Falco ma dopo solo 7 minuti l’Avellino si riporta avanti con un autorete di De Carlo su tiro di Nappi. L’entusiasmo sugli spalti inizia a venir fuori, si innalzano i primi cori della curva sud. Al 44′ l’ex Riccio viene espluso per proteste ed esce tra fischi e applausi ironici da parte dei supporters biancoverdi. La prima frazione di gioco si chiude con il risultato di 2 a 1 per l’Avellino.

vincenzo-riccio

Il secondo tempo non è entusiasmante come il primo, complice il caldo afoso e la stanchezza accumulata gli Irpini mollano la presa e, nonostante l’uomo in più, si fanno infilare al ’64 dal neo-entrato Mallardo, tiro a giro di sinistra dal limite, De Martino la tocca ma non riesce a respingere, 2 a 2. L’Avellino cerca di riportarsi in vantaggio, il Cobra Romano negli ultimi minuti del match fallisce anche un Rigore. La partita finisce 2 a 2 e si va ai rigori.

Il primo lo sbaglia il Forza e Coraggio con De Carlo, De Martino devia alto. De Simone per l’Avellino invece non fallisce. Fallisce invece Mandato. Realizza, sempre per i lupi Licciardi. Mallardo fa il 4-3. Meola sbaglia, Il Forza e Coraggio realizza il 4-4 con Gasparini. De Angelis porta i biancoverdi di nuovo avanti sul 5-4. De Martino para l’ultimo rigore battuto da Tortora, regalando la vittoria all’Avellino.  Il nuovo cammino dei lupi in Serie D inizia con una sofferta vittoria e con gli applausi degli oltre 3000 tifosi irpini.

Di Seguito la sintesi di Irpiniaoggi.it: