Amichevole Avellino-Roma, la nota della società

La società, nella sua nota, comunica la possibilità di rimandare l'amichevole in autunno

La società irpina ha rilasciato una nota in cui precisa i motivi della mancata organizzazione dell’incontro contro la formazione giallorossa, la quale si sarebbe dovuta disputare il 6 agosto, a causa di un ritardo nella comunicazione da parte del Matera, avvenuta solo poche ore fa, della sua disponibilità ad anticipare l’eventuale secondo turno di Coppa Italia contro l’Avellino, al 3 agosto, qualora la società lucana passasse contro la Casertana al primo turno.

Nella nota si legge quanto segue: “Al fine di consentire la disputa dell’evento sportivo contro la formazione capitolina e di rispettare i tempi tecnici relativi al coordinamento e alla gestione dell’ordine pubblico, la Questura di Avellino aveva espresso, nei confronti di questa società, la necessità di ricevere una comunicazione definitiva entro la giornata di ieri, giovedì 27 luglio. Tuttavia, senza l’adesione di entrambe le società (Casertana e Matera, impegnate nel primo turno di coppa Italia) nei tempi richiesti, il club irpino si è ritrovato costretto a rimandare, di concerto con la Questura, la partita contro la Roma. Il presidente Walter Taccone ha raggiunto telefonicamente il direttore sportivo del club giallorosso, sig. Monchi, il quale dopo aver preso atto della situazione, ha dato la disponibilità da parte della Roma per giocare l’amichevole contro l’Avellino nella prima data utili, compatibilmente con gli impegni delle due squadre, tra settembre e novembre prossimi, coincidente con una sosta della massima serie per via degli impegni delle squadre nazionali“.

Resta, dunque, la concreta possibilità, per la gioia dei tifosi e della città, di poter rimandare l’amichevole di lusso contro una delle più forti squadre della massima serie italiana, e rivivere le emozioni della serie A, senza doverla far saltare del tutto per via della tournée in Spagna della squadra capitolina.