Ardemagni all’Avellino, Video Gol nuovo Attaccante biancoverde

Ardemagni è il nuovo attaccante dell’Avellino: ecco i suoi video gol.

Era il 29 novembre del 2005 quando nel Milan di Carlo Ancelotti, impegnato in Coppa Italia contro il Brescia, esordiva un ragazzo della Primavera, un certo Matteo Ardemagni, classe 1987. Per lui qualche presenza in Serie A nella stagione 2005–2006 e poi subito gavetta. I rossoneri lo mandano a giocare nel Perugia, in Serie C1, e con i Grifoni la giovane punta milanese colleziona dodici presenze senza andare in gol.

La gioia della rete è rimandata soltanto di una stagione, quando con la maglia della Pro Patria (sempre in Serie C1) Ardemagni marca il tabellino per due volte in venti presenze. Sarà la Triestina a credere in lui nel 2008 e a portarlo in Serie B, ma con i rosso alabardati, Matteo non segna che una sola rete in 25 presenze, consacrandosi definitivamente solo nel 2009, con i granata del Cittadella, con cui segnerà ben 22 reti.

L’ottima stagione alla corte di Claudio Foscarini attira le attenzioni dell’Atalanta che lo riporta in Serie A, cinque anni dopo il suo esordio in massima serie con la maglia del Milan, ma una discontinuità di rendimento ed un pesante infortunio compromettono l’avventura bergamasca del giocatore, il quale non trova più spazio nelle gerarchie dell’allenatore e ritorna in Serie B, andando a giocare nel Padova. Con la formazione patavina si giocherà il ritorno in Serie A contro il Novara, perdendo poi la finale play off promozione, ma la sua avventura in biancoscudato sarà anche ricordata per le tre le reti siglate, di cui due al Pescara ed una all’Ascoli.

Terminata l’esperienza euganea, sarà ancora la Serie B il palcoscenico di Matteo: dopo sei mesi trascorsi senza giocare all’Atalanta, è il Modena a prelevarlo e, nella stagione 2012 – 2013, Ardemagni segnerà con la maglia dei Canarini la bellezza di 30 gol tra campionato e Coppa Italia, suo attuale record personale. Sembra essere l’occasione buona per tornare in Serie A e giocarsi le proprie chances, ma l’Atalanta lo cede ancora, ma questa volta in massima serie, al Chievo Verona, timbrando il cartellino solamente in Coppa Italia contro la Reggina.

Non ancora fortunata l’ennesima esperienza in Serie A, Ardemagni va a giocare a Carpi, nella squadra che ha ottenuto la storica promozione in Serie B. In Emilia lo ricordano bene per le valanghe di gol segnati con la maglia del Modena, ma l’attaccante non si ripete e lascia l’avventura biancorossa con sole quattro marcature. Nemmeno la successiva parentesi allo Spezia è fortunata e, allora, Ardemagni torna al Perugia, squadra in cui ha cominciato a muovere i primi passi da calciatore al di fuori del Milan.

L’ambiente del Grifone fa bene al giocatore che, nella stagione appena conclusa, segna ben 17 reti, lasciandosi alle spalle un rendimento discontinuo che, però, gli ha permesso di accumulare una grande esperienza in Serie BAdesso è il turno dell’Avellino, club che ha individuato in Matteo il bomber da affidare al mister Mimmo Toscano. Su di lui le attese sono tante e la fiducia è altrettanto massima, al punto da spingere la dirigenza biancoverde a prelevare a titolo definitivo il cartellino del calciatore per un milione e duecentomila euro dai bergamaschi, legandolo ai Lupi per tre anni.

I VIDEO GOL DI ARDEMAGNI

[brid video=”61306″ player=”3035″ title=”Matteo Ardemagni All 19 Goals 201516″]

Leggi anche:

C