Ascoli-Avellino 3-4, Mangia: “Sono incazzato nero”

Un Devis Mangia amareggiato e visibilmente “incazzato” al termine dei 90 minuti di Ascoli-Avellino, una partita rocambolesca, capace di regalare spettacolo e gol ai tifosi presenti, ma non un risultato positivo ai marchigiani.

Nel post-gara, l’ex ct dell’Under 21 ha commentato così la sconfitta in sala stampa: “Dire che sono incazzato è riduttivo, odio perdere certe partite e finchè non capiremo che non possiamo perdere punti così non potremo puntare in alto. Al di là degli errori individuali, abbiamo commesso troppi errori di squadra, regalando occasioni e gol all’Avellino davvero evitabili”.

Un match strano, caratterizzato da tante sbavature difensive più che da prodezze degli attaccanti: “Sono deluso, arrabbiato con i ragazzi e con me stesso, perché non pensavo che potessimo ricadere in errori così banali, ma purtroppo decisivi. Non dobbiamo guardare a quanto di buono fatto, ma correggere al più presto gli errori commessi”.

Siamo ormai giunti al rush finale del campionato e la salvezza aritmetica è ancora lontana: “Vedremo, se subiremo un contraccolpo psicologico lo sapremo solo nelle prossime partite, ma dobbiamo continuare a lavorare. Ovviamente spero che tutto ciò non accada. Dobbiamo tirare fuori le palle per vincere qualche partita fuori casa, se vogliamo raggiungere il nostro obiettivo”.

TUTTO SU ASCOLI-AVELLINO