Assolti gli Ultras dell’Avellino Fermati a La Spezia con le Torce

Sono stati assolti dopo il processo per direttissima i tre ultras dell’Avellino Calcio che erano stati bloccati nel pre-filtraggio all’ingresso dello stadio “Alberto Picco” di La Spezia prima del match valido per il turno preliminare dei playoff di Serie B tra Spezia ed Avellino. I tre, rispettivamente di 25, 24 e 22 anni, erano stati fermati all’ingresso del settore in possesso di materiale pirotecnico all’interno dei propri zaini, in particolare torce illuminanti.

Il giudice Giuseppe Pavich ha rilevato la “lieve entità” del fatto e, grazie soprattutto alla difesa dell’avvocato spezzino Massimo Lombardi, ha optato per la non punibilità dell’accaduto. Rifiutata la richiesta del pm di almeno sei mesi di reclusione e due anni di Daspo. La difesa dell’avv. Lombardi si è basata sul fatto che le torce non potevano essere assimilabili ad altri tipi di materiale pirotecnico pericolosi, come bengala, razzi e petardi.

Leggi anche: