Avellino, 20 anni fa moriva Dirceu

Sono passati vent’anni, ma sembra ieri. Il 15 settembre del 1995 moriva Josè Dirceu, la sua Porsche è presa in pieno da una Chevrolet, per il campione brasiliano non c’è niente da fare. L’impatto è talmente violento che Dirceu muore sul colpo.

Per tutti era lo zingaro, per via del suo cambiare maglia, praticamente, ogni stagione. Verona, Napoli, Ascoli e Como le sue tappe italiane, poi, nel 1986, l’approdo in Irpinia. Qui, nonostante rimanga un solo anno, lascia il segno. Il suo sinistro è una sentenza. Il suo esordio in biancoverde è da incorniciare, contro la Fiorentina, infatti, vince la partita da solo. Le sue punizioni-bomba piegano le mani al povero Landucci, firmando una doppietta che rimane scolpita nella mente dei tifosi irpini.

La sua unica stagione si chiude con all’attivo 23 presenze e 6 reti, che gli valgono il titolo di capocannoniere della squadra insieme ad Alessio. Sono passati vent’anni, ma il ricordo è ancora vivo. Grazie di tutto Josè.

Leggi anche –> La Top 11 della storia dell’Avellino Calcio scelta dai Tifosi

Leggi anche –> La Promozione in Serie B 1994-95: Gioia di Rigore