Avellino 2013/2014, Borghese-Scognamiglio nuova coppia difensiva?

Proseguono a ritmo serrato le trattative per il nuovo Avellino. In attesa di conoscere il nuovo organigramma societario, con Gubitosa in pole position per affiancare Taccone alla guida dell’A.S., il direttore sportivo De Vito continua ad allacciare contatti e intavolare trattativa.

LA NUOVA DIFESA. Tra Martino Borghese e Gennaro Scognamiglio, l’Avellino dovrà scegliere il suo nuovo perno difensivo. Ma alla fine potrebbero arrivare entrambi, andando così a puntellare un reparto arretrato che – centralmente – potrà contare ancora su Armando Izzo e (forse) su Alessandro Fabbro. A quel punto, con quattro centrali, Enzo De Vito potrebbe concentrarsi sugli altri ruoli da potenziale, a partire dal portiere e dai terzini.

martino borghese

CONTATTI AVVIATI. Borghese è un vecchio pallino di De Vito, che già lo scorso anno cercò di portarlo in Irpinia. E’ di proprietà del Bari, ma è reduce dalla retrocessione in Prima Divisione con la maglia della Pro Vercelli. Potrebbe arrivare in comproprietà, qualora il Bari decidesse di non cederlo a titolo definitivo. L’Avellino lo vorrebbe in prestito. Più facile, invece, arrivare a Scognamiglio, che il 30 giugno si libererà a parametro zero dalla Juve Stabia, dove ha disputato l’ultima stagione in serie B. Con un andamento altalenante. Sarebbe l’ennesimo rinforzo in arrivo da Castellammare, dopo i vari Fumagalli, Pezzella, Fabbro, etc.

LEGGI ANCHE -> Fabbro, Angiulli e Bittante in odore di riconferma