Avellino 2013/2014: i tifosi chiedono chiarezza alla società

L’Avellino versione 2013/2014 inizia pian piano a prendere forma considerando che da oltre un mese la compagine biancoverde è stata matematicamente promossa in serie cadetta e ha dunque avuto tutto il tempo di effettuare una programmazione.

Concluse infatti le trattative per la permanenza in biancoverde dei giovani Zappacosta, Izzo e Bittante, oltre agli acquisti quasi sicuri del portiere Terracciano, del difensore scuola Milan, De Vito, e dell’attaccante della Primavera atalantina, Doudou Magni: operazioni importanti e che sicuramente fanno sì che la società irpina prosegua il suo ottimo lavoro con i giovani, come accaduto la stagione scorsa con gente come Thiam e Malaccari, o quest’anno con i vari Zigoni e Izzo.

massimiliano taccone

A tener banco però al momento è sicuramente la questione societaria, con la probabile uscita della famiglia Iacovacci e l’incerta sostituzione da parte di qualche imprenditore: al di là dei nomi fatti in queste settimane e delle vicende che riguardano l’ingresso di Gubitosa, i tifosi chiedono chiarezza alla dirigenza, capeggiata da Walter Taccone che ha sempre mantenuto ottimi rapporti con i supporters, all’insegna della sincerità.

Nessun timore per quanto riguarda l’iscrizione, che verrà ratificata a partire dalla settimana prossima ma è giusto che i tifosi si facciano anche un’idea di quella che sarà la prossima stagione e dei programmi tecnici: Taccone ha smentito la volontà di voler diventare padrone al 100% dell’Avellino, motivo per cui la vicenda è ancora poco chiara.

Nel frattempo per quanto riguarda il logo, domani mattina si terrà la conferenza stampa del tifoso Mario Dell’Anno che chiarirà tutto ciò che potrà vedere protagonisti i tifosi per un ritorno del vecchio logo “Uesse” sulle divise della formazione avellinese.

LEGGI ANCHE -> As Avellino, cresce l’attesa per la conferenza stampa di Iacovacci

LEGGI ANCHE -> Avellino, chi è Michele Gubitosa della Hs Company