Avellino 2014-2015, Esposito: “Soddisfatto della condizione atletica”

La prima uscita stagionale dell’Avellino contro il Lanciano nel trofeo “Guglielmo Maio” , conclusasi sul 3-3 e poi vinta dai lupi ai calci di rigore per 14-13, ha messo in mostra una squadra dai due volti. Alla terza rete degli abruzzesi, siglata ad inizio ripresa, la partita sembrava conclusa; e invece l’Avellino ha trovato la forza di reagire, recuperando ben tre reti e vincendo poi ai rigori.

Prova a chiarire alcuni dubbi sulla condizione fisica della squadra, Massimo Esposito, prepatore atletico dei portieri:“Le forti piogge complicano il lavoro dal punto di vista tecnico, ma il fresco facilita il recupero della condizione“. Esposito quindi prosegue: “ La continuità del progetto attraverso la conferma dello staff tecnico è un dato importante anche dal punto di vista del mio lavoro. Dopo una settimana di ritiro il bilancio è ottimo, i ragazzi sono in buona condizione”.

In effetti, l’ottimismo di Esposito può essere condiviso, in quanto, come ricordato da mister Rastelli nel post-partita, il Lanciano era più avanti nella preparazione, e perciò l’impresa assume ancora maggior valore. Inoltre recuperare tre gol è sempre difficile, ancora di più nel precampionato dove le gambe sono pesanti. Sicuramente nel prossimo impegno, il triangolare di sabato prossimo con Parma e Bordeaux che andrà di scena al Partenio, la squadrà avrà maggiori minuti nelle gambe e si potrà quindi esprimere un giudizio più completo sulla condizione atletica della squadra.

Leggi anche: Lanciano-Avellino 3-3 (13-14-dcr), Castaldo: “Che rimonta”

Leggi anche: Lanciano-Avellino-3-3 (13-14 dcr), Rastelli: “Successo meritato”