Avellino 2014/2015, De Vito: “Ecco chi resta, Castaldo ha rinnovato”

L’Avellino getta le basi per quella che sarà la prossima stagione che vedrà i lupi protagonisti ancora una volta in serie B e con possibilità di poter migliorare quanto di buono fatto nel campionato appena finito negli archivi. In questa ottica sta lavorando la dirigenza, a partire dal patron Taccone fino ad arrivare al figlio, Massimiliano, passando poi per lo staff tecnico con De Vito e Rastelli in prima fila: tutti uniti per cercare di portare ancora più in alto il nome dell’Avellino.

Grandi progetti per la stagione che verrà e soprattutto idee chiare per quello che riguarda il parco calciatori, come confermato da Enzo De Vito nella conferenza stampa di presentazione del prossimo campionato: “L’Avellino ha dimostrato di poter essere una vera e propria famiglia, motivo per cui bisogna avere a cuore la causa. Perciò chi non è convinto vada via, può lasciare questa famiglia: mi rivolgo ai calciatori già qui da tempo ma anche ai nuovi, bisogna avere rispetto per la città, per la tifoseria e per la dirigenza. Social network? Molti calciatori credono di poter fare ciò che si vuole, ma da oggi le cose cambiano per cui chi sbaglia va via”.

Il direttore sportivo dell’Avellino, senza mezzi termini, si sofferma anche su quella che sarà la rosa del prossimo campionato: “Di certo rimarranno ad Avellino Arini, Schiavon, Pisacane, D’Angelo e Castaldo, con cui stamattina abbiamo rinnovato per altri tre anni. Seculin e Bittante? Sono due ottimi giocatori, ci farebbe piacere trattenerli, ma molto dipenderà da loro poiché se vorranno rimanere si potrà discutere con i club proprietari, altrimenti cercheremo di essere bravi nel cercare altri ragazzi funzionali al progetto”.

Confermate inoltre le voci che davano pronto all’addio Zappacosta, mentre nessuna decisione ufficiale è stata ancora presa per Izzo: “Davide farà sicuramente ritorno all’Atalanta, per Izzo stiamo lavorando da qualche tempo col Napoli, per Bittante valuteremo”.

Leggi anche: