Il campionato di Serie B 2016-17 si è concluso ieri sera, a parte la coda dei play-off, che partiranno lunedì. L’Avellino battendo il Latina per 2-1 ha conquistato la salvezza, e l’anno prossimo disputerà quindi il suo quinto campionato di fila in Serie B. Un vero e proprio record per la società di Piazza Libertà che solo negli anni ’70 ne aveva disputati così tanti di seguito, prima di approdare in Serie A.

Andiamo però a vedere tutte le statistiche del campionato appena concluso, anche per tracciare un paragone con i precedenti. L’Avellino ha chiuso al 14° posto a 50 punti (ovviamente sono 52 sul campo, con la penalizzazione che ha complicato non poco il cammino della squadra biancoverde). In ogni caso è stata migliorata la performance dell’anno scorso, quando l’Avellino chiuse a quota 49, ugualmente al 14° posto ma salvandosi con due giornate di anticipo.

L’Avellino ha conquistato buona parte dei suoi punti in casa (37), frutto di dieci vittorie, sette pareggi e quattro sconfitte (contro Cittadella, Frosinone, Ascoli e Perugia). In trasferta invece la squadra di Novellino ha vinto tre volte, pareggiato sei e perso dodici partite, per un totale di 15 punti. Il totale recita quindi di tredici, tredici pareggi e sedici sconfitte, per un totale di 52, dovendo togliere i due della penalizzazione.

Per quanto riguarda il conto dei gol fatti e subiti, lo score è di 40-55, per una differenza reti di meno 15. In casa le reti fatte sono state 26, a fronte di 22 subite; in trasferta 14 fatte e 33 subite. Numeri che fanno della squadra biancoverde la penultima peggiore difesa del campionato, insieme al retrocesso Trapani e meglio solamente del Brescia, che ne ha invece incassati tre in più.

Curiosamente, l’Avellino ha avuto lo stesso numero di rigori assegnati a favore e contro: nove. Di quelli a favore, ne sono stati realizzati però sei, mentre di quelli contro solo uno non è andato a segno.

Venendo invece alle statistiche di squadra, il calciatore con più presenze è stato il capitano Angelo D’Angelo, con 37 presenze. A seguire Djimsiti, Gonzalez e Ardemagni con 35, Verde con 32, Radunovic con 31, Omeonga e Belloni con 30; quindi via via tutti gli altri. Per quanto riguarda invece le reti, il capocannoniere è Ardemagni a quota 13; quindi Verde a 8, D’Angelo a 4 ed Eusepi con 3.