Avellino 2016-2017, cosa manca in rosa?

L’Avellino 2016-2017 è ormai quasi delineato. Il calciomercato ha registrato l’arrivo di molti calciatori, ben undici (Verde, Asmah, Radunovic, Gonzalez, Tassi, Bidaoui, Donkor, Camarà, Belloni, Perrotta, Omeonga), mentre le partenze sono state solo tre (Giron, Arrighini e Arini), a parte i vari giocatori che erano in prestito (tra cui Insigne, Chiosa e Bastien).

Si può fare dunque, un primo bilancio, considerando che ci saranno sicuramente altre partenze (Tavano in primis), mentre in entrata potrebbe esserci al massimo un altro acquisto. Esaminando ogni reparto, sicuramente positiva in porta la riconferma di Frattali, che sarà affiancato dal giovane Radunovic.

In difesa, sono arrivati tre giovani (Perrotta, Donkor e Asmah), più un giocatore di grande esperienza come Gonzalez, che comporrà con il riconfermato Biraschi l’asse del reparto. Ancora da individuare ad ora chi sarà il terzo di difesa (Donkor sembra il favorito sugli altri due). A fronte della partenza del deludente Nica e di Chiosa, Pucino e Pisano, nel complesso la retroguardia non sembra più debole rispetto allo scorso anno.

A centrocampo, l’Avellino potrebbe risentire della partenza di un giocatore veloce come Bastien; se al centro con Gavazzi, D’Angelo e il neo arrivato Tassi la squadra sembra coperta, sulle fasce forse potrebbe esserci bisogno di qualche altro giocatore, a meno che Toscano non faccia ricoprire a Belloni quel ruolo in modo stabile.

E infine l’attacco. Nel tridente di Toscano, gli esterni saranno Verde e Bidaouoi, con Castaldo e Mokulu ad alternarsi al centro. Ne l’uno ne l’altro però, sono uomini da 20 gol a stagione; la ciliegina sulla torta sarebbe dunque un attaccante di categoria con queste caratteristiche, che è mancato all’Avellino lo scorso anno.

Leggi anche: Ritiro a Sturno, per l’Avellino problema infortunati