Avellino, agente Masiello: “Situazione imbarazzante”

Salvatore Masiello sembrava ormai a un passo dal vestire la maglia dell’Avellino. C’erano già gli accordi tra le parti con tanto di visite mediche superate. Poi, però, improvvisamente la trattativa si è interrotta. Secondo le notizie raccolte dalla nostra redazione, il terzino napoletano avrebbe chiesto uno stipendio troppo alto e per questo la società biancoverde non se l’è sentita di puntare su un giocatore di 33 anni e da mesi senza una partita ufficiale nelle gambe.

Ci ha provato il procuratore di Salvatore Masiello a spiegare i motivi che hanno spinto l’Avellino a mollare la presa sul giocatore. Nell’intervista rilasciata a SerieB24.com, Fabio Andreotti ha sparato a zero contro la società biancoverde: “La trattativa con l’Avellino? diciamo che è una situazione imbarazzante. Avevamo chiuso tutti gli accordi, Masiello aveva già svolto le visite mediche ed era andato tutto bene. Poi non so cosa sia successo“.

Andreotti ha poi aggiunto “Ho saputo che, per via delle liste chiuse, l’Avellino doveva prima cedere un altro giocatore prima di far firmare il contratto al mio assistito. A quanto pare la cessione non è andata a buon fine e quindi hanno bloccato la trattativa. Comunque adesso stiamo valutando altre situazioni, non c’è solo l’Avellino”.

Leggi anche