Avellino: Angiulli, Bittante e Fabbro in odore di conferma

Il prossimo campionato di serie B vedrà ai nastri di partenza anche l’Avellino, pronto ad essere la vera sopresa del campionato cadetto. La società è già a lavoro per puntellare la rosa per affrontare un campionato molto più lungo e difficile della Lega Pro . Al timone della squadra ci sarà ancora  Massimo Rastelli, quest’ultimo dopo la cavalcata vincente si è guadagnato la riconferma anche per il prossimo campionato. Amato dalla piazza biancoverde, l’allenatore di Torre del Greco ha avuto una grande capacità di gestione del gruppo, sapendo amalgamare un mix di giocatori esperti e giovani.

La società del presidente Taccone e mister Rastelli sono già a lavoro con un obiettivo preciso, la riconferma dello zoccolo duro della squadra che ha portato l’Irpinia di nuovo nel calcio che conta. Due giovani su cui si punta a pieno regime anche per la prossima stagione  sono Federico Angiulli e Luca Bittante. Il primo classe 1992, ormai per tutti il “FEZ”, ha dimostrato nell’arco dell’intera stagione di essere un centrocampista completo e affidabile. Grintoso e di indubbio talento, da tempo nel giro della nazionale di Lega Pro, è stato un delle scommesse vinte dalla dirigenza irpinia. È stato prelevato a parametro zero dal Pergocrema ed ora è diventato un uomo mercato per molti club di Lega Pro e serie B ed è ancora sul taccuino di Atalanta e Sampdoria. L’Avellino lo ha rilanciato e lui vuole ripagare una piazza che gli ha sempre dato fiducia, facendo un campionato di B da grande protagonista.

fez

L’altro ragazzo terribile dell’Avellino è Luca Bittante classe 1993. Nell’andata della Supercoppa contro il Trapani è stato uno dei migliori in campo dimostrando ancora una volta il suo talento. Per lui Rastelli ha speso parole di elogio “Luca mi è piaciuto molto, si è dimostrato preciso, attento e scattante, soprattuto negli ultimi due mesi. È stata veramente una grande sorpresa scoprirlo”. Parole che fanno presagire una riconferma anche per l’anno prossimo. In comproprietà dalla Fiorentina si punta a confermarlo all’ombra del Partenio almeno per un altro anno. Luca è un terzino destro, impiegato da Rastelli durante la stagione anche sulla fascia sinistra. Si tratta di un calciatore di prospettiva, i suoi idoli a cui si ispira sono Maicon e Dani Alves. La sua specialità è la fase offensiva, le sue discese sulla fascia sono super. Dotato di ottimi piedi per crossare e per provare il tiro da fuori. Poco falloso e ordinato tatticamente ha tutti gli ingredienti per diventare un pilastro dell’Avellino anche in serie B.

bittante

Un altro pupillo di mister Rastelli è il difensore centrale Alessandro Fabbro. Per lui la riconferma sembra cosa scontata. Una stagione da assoluto protagonista,  un’annata da incorniciare e l’ennesimo campionato vinto. Su di lui l’Avellino ha puntato tutto, doveva essere il perno di  una difesa impenetrabile e cosi è stato. L’ex Juve Stabia e Pergocrema è stato il primo acquisto della stagione 2012/2013, voluto fortemente da mister Rastelli con il quale ha vinto anche un campionato a Castellamare di Stabia. Forte di testa, discreto con i piedi e grinta da vendere. Il suo ruolo da leader della difesa meno battutta del campionato non è mai stato in discussione. Se da un lato Castaldo è stato il top player dell’attacco irpino lui è sicuramente il top player della difesa. L’Avellino 2013/2014 partirà da lui, si è meritato non solo la riconferma anche in cadetteria ma una fiducia incodizionata di una piazza che stravede per lui.

Leggi anche –> Avellino Calcio 2013/2014, Bariti tornerà al Napoli
Leggi anche –> Calciomercato Avellino: Vicine le conferme di Zappacosta e Izzo
Leggi anche -> CalcioMercato Avellino 2013/2014, confermato Luca Bittante