Avellino, Arrighini: “Sono di Pisa, non potevo accettare il Livorno”

Non poteva rifiutare Avellino. “Una piazza fantastica, un pubblico che fa paura“. Queste le prime parole di Andrea Arrighini da giocatore biancoverde, che si è subito accorto di quanto entusiasmo ci sia in città per la prossima stagione. Accolto da oltre 50 tifosi (tra curiosi e giornalisti), nella giornata di ieri, Arrighini è pronto alla sua nuova avventura. Una scelta che, a differenza di quanto detto fino ad oggi, non è stato troppo complicata. Sul giocatore c’era l’interesse oltre che della squadra irpina anche del Livorno del presidente Spinelli. L’attaccante però non ha mai davvero pensato di trasferirsi in Toscana.

Nativo di Pisa, Arrighini ha così commentato il possibile trasferimento in maglia amaranto: “Io sono un pisano doc, non avrei mai potuto accettare di giocare a Livorno. C’era la concorrenza di altre due società – ha proseguito Andrea – ma ho voluto fortemente l’Avellino”. Il presidente Walter Taccone è stato bravo a convincere il giovane a firmare un contratto quadriennale, anche grazie all’ambizioso progetto presentatogli. Aggettivo che può essere utilizzato anche per Arrighini, che non ha nascosto la sua voglia di sorprendere.

Leggi anche –> Ufficiale: Andrea Arrighini è un giocatore dell’Avellino