Avellino-Bari, parla l’indimenticato Lorenzo Battaglia: “Partita da tripla”

La redazione di Avellino-Calcio.it ha intervistato in esclusiva Lorenzo Battaglia, ex fantasista dell’Avellino che ha militato nella squadra biancoverde per tre stagioni, dal 1989 al 1992. Battaglia, nativo di Bari ma cresciuto come giocatore nelle giovanili dei lupi, ha espresso la sua opinione sulla partita di oggi tra le due squadre che lo rappresentano, Avellino e Bari. L’ex centrocampista di Nocerina e Palermo tra le altre, aveva ripreso a giocare nel 2012 dopo essersi ritirato, giocando in Seconda Categoria nelle file del Mesagne.

Lorenzo Battaglia

Ecco l’intervista completa a Lorenzo Battaglia:

Oggi si giocherà Avellino-Bari, una partita che per lei significa molto. Ci vuole dare il suo pronostico?

“Visto come sta andando l’Avellino, che sembra essere tornata di nuovo ai livelli che gli competono, e visto come sta andando in campionato, credo che sarà una partita molto difficile. I lupi potrebbero ottenere la loro seconda vittoria casalinga consecutiva dopo quella contro l’Empoli, contro cui ha giocato una partita perfetta. Tuttavia il Bari è una squadra giovane e che sta giocando molto bene, potrà mettere in seria difficoltà i biancoverdi”

Secondo lei sarà decisiva la “Legge del Partenio”, che sembra essere ritornata in questo inizio di campionato?

“Quando io giocai la mia prima stagione con la maglia dell’Avellino ero soltanto nella primavera, ma i lupi giocavano in Serie A. Ho potuto vedere l’entusiasmo che c’era ad ogni partita dei biancoverdi in casa. In dieci anni di massima serie è stato difficile per tutte le squadre, anche le più importanti, giocare sull’erba del Partenio. Il pubblico è davvero il dodicesimo uomo e può incutere timore agli avversari”

I tifosi sognano, l’entusiasmo è alle stelle. L’Avellino può giocarsi le sue carte ed essere la rivelazione del campionato o dovrà accontentarsi di lottare per la salvezza?

“L’Avellino è una neo-promossa, mancava in B da quattro anni, e come giusto che sia è normale che debba centrare al più presto l’obiettivo salvezza. Raccogliere più punti possibili soprattutto in casa e tenersi lontano dalle zone calde. Poi, se ci sarà la possibilità di rimanere nelle zone alte, arrivare ai primi posti in classifica, si può sognare, anche perchè la città è cambiati ed i tifosi sono ritornati con tutto il loro calore”

Lei è nato a Bari, squadra che sarà avversaria dell’Avellino. Partito con la penalizzazione oggi si trova ad 8 punti in classifica, come si presentano i biancorossi per questa sfida?

“Nonostante tutto il Bari potrebbe anche riuscire a vincere al Partenio. Quella di domani è una partita da 1, x, 2, può succedere di tutto. I pugliesi hanno già ottenuto quest’anno una grande vittoria in trasferta, molto inaspettata a Pescara. Lì il Bari riuscì a giocare a modo suo, Alberti può contare su una squadra molto ben organizzata e che può mettere in difficoltà chiunque. Inoltre non dimentichiamoci che hanno anche molti giocatori interessanti già nel giro delle nazionali giovanili”

Tra questi ci sono Fedato, Sabelli e Fossati convocati nell’Under 21. Quale giocatore da entrambe le parti potrebbe rivelarsi decisivo?

“Nell’Avellino, da uomo d’area, credo sicuramente Luigi Castaldo. Un attaccante con grandi doti e che può fare la differenza. Castaldo è capace di segnare 10-15 gol all’anno e secondo me potrebbe arrivare in doppia cifra anche in serie cadetta. Potrebbe far rivivere agli avellinesi le gesta di Pasquale Luiso. Nel Bari invece si dovrà stare attenti a Fedato, giocatore che è già segnalato ai più. Giovane, veloce, può decidere una partita con una sua giocata”

Un’ultima domanda, una piccola curiosità. Farà il tifo per qualcuno?

“Per me sarà tutto relativo, se vince il Bari sono contento è normale. Tuttavia se dovesse vincere l’Avellino sarei comunque felice perchè immagino l’entusiasmo che si potrebbe respirare in città, con la gente di Avellino che è unica in questo campo”

°RIPRODUZIONE RISERVATA – Intervista Realizzata da Aldo Pio Feoli

TUTTO su Avellino-Bari

Leggi anche –> Avellino-Bari, probabili formazioni e diretta tv

Leggi anche –> Avellino-Bari, Zappacosta rischia di saltare la partita

Leggi anche –> Avellino-Bari, raduno dei tifosi nel pre-partita al La Mezcla