Avellino-Benevento 1-1, Cozzi: “Approccio sbagliato, poi gran secondo tempo”

A commentare il pareggio tra Avellino e Benevento, ci sono Cozzi, secondo di Baroni, e Pezzi, terzino dei sanniti. Queste le loro parole sul match.

Primo tempo grande Avellino, nella ripresa viene fuori il Benevento. Pareggio giusto?

“Si sicuramente. Siamo partiti male e Verde ha fatto un gran gol. Ma nella rirpesa é venuta fuori la nostra condizione fisica migliore”.

Difficile entrare a freddo?

“Si entrare a freddo a partita in corso non e facile ma sono entrato subito in partita”.

Punto importante per la classifica, considerati i risultati di Verona e Frosinone?

“Si questa era una partita da tripla. Volevamo la continuità di risultati ed é un ottimo punto in un match difficile”.

Nel secondo tempo meglio il Benevento perché ha più benzina?

“Vero questo m anche perché l’Avellino ha smesso di giocare”

Da quello visto in campo, troppo i 16 punti di differenza di classifica?

“Noi abbiamo raccolto di pi§, grazie al nostro gioco veloce e divertente. L’Avellino di oggi sicuramente vale una classifica migliore”.

Sbagliato l’approccio alla gara?

“Abbiamo pagato subito un inizio difficile. Ma siamo stati bravi a svoltare nella ripresa.”.

Molto meglio con il 4-2-3-1?

“Si ci ha aiutato ma non è solo una questione numerica. Il cambio di modulo e il minor pressing dell’Avellino hanno aiutato i nostri a trovare il pareggio”.

Perché Puscas e non Falco?

“Falco in settimana non é stato bene e una partita fisica come oggi, era una buona prova per Puscas”.

Guardando il primo tempo, sembrava l’Avellino il Benevento e viceversa.

“Si l’Avellino ha iniziato benissimo ma non sono d’accordo sulla similitudine. Abbiamo caratteristiche diverse, cerchiamo sempre di giocare, di avere il possesso del gioco”.

Cisse carta vincente. Mossa studiata?

“Non é la prima volta. Avevamo bisogno delle sue caratteristiche e sappiamo che anche chi gioca meno, quando entra é sempre sul pezzo”.

Come ha visto Ciciretti? É pronto per il salto di categoria?

“Ha seguito l’andamento della partita. Timido nel primo tempo, meglio nella ripresa. Se in Serie B riesce a risultare protagonista, sicuramente può ambire al salto in Serie A”.

32 punti in classifica, si pensa alla serie A?

“Assolutamente no. Sinceramente non stiamo guardando così in alto. Siamo li con grande umiltà e grazie al lavoro settimanale”.

Avellino-Benevento 1-1, Novellino: “C’è da lavorare, voglio più profondità”