Avellino-Benevento, alla scoperta dei prossimi avversari dei Lupi

Sarà un derby che ricorda vecchie sfide sui campi dell’allora Serie C quello di sabato alle 15:00 tra Avellino e Benevento, due piazze lontane fra loro pochi chilometri ma divergenti nelle ambizioni e nei destini del rispettivo campionato.

Con il ruolo di “matricola terribile”, il Benevento di Baroni è alla sua prima esperienza in cadetteria, riuscendo a piazzarsi stabilmente come terza forza del campionato, avendo, nell’ultimo turno, ragione del Cesena tra le mura amiche del “Vigorito“.

Una squadra tutt’altro che inesperta, quella Sannita, che può vantare in organico le prestazioni, tra i pali, del portiere ex Cagliari e Brescia Alessio Cragno (22 anni), con qualche esperienza in Serie A con la maglia dei Sardi sotto la gestione Zeman, e dell’istituzione, ormai, per i tifosi giallorossi, Pier Graziano Gori (36 anni), tra i veterani di questo Benevento. In difesa spiccano i nomi dell’ex Empoli, scuola Fiorentina, Michele Camporese, 24 anni e qualche gettone in Serie A con la maglia viola, esperto come il più anziano Fabio Lucioni (29 anni), già esordiente in Serie B con la casacca della Reggina. Insieme a lui, il collega di reparto Emanuele Padella che torna in cadetteria dopo la militanza con la maglia del Grosseto. A centrocampo, un altro nome di qualità, malgrado la giovane età, è quello del ghanese Raman Chibsah, proveniente dal Sassuolo e protagonista della promozione in Serie A degli Emiliani sotto la guida Di Francesco, con il quale ha anche esordito in Serie A.

Completa il reparto un piccolo gruppo di ex calciatori che hanno militato tutti in Serie B con la maglia amaranto della Reggina: Fabrizio Melara (30 anni) e Filippo Falco (24 anni), entrambi centrocampisti, gli attaccanti Alessio Campagnacci (29 anni) e Fabio Ceravolo (29 anni, prodotto del vivaio reggino) tutti in Calabria, in riva allo Stretto insieme al capitano Lucioni. Su tutti, spicca, però il nome dell’ex scuola Roma Amato Ciciretti (22 anni), alla prima esperienza in Serie B dopo aver vestito in Lega Pro le maglie di Pistoiese, Messina e Benevento e già notato dal commissario tecnico della Nazionale Giampiero Ventura per uno stage in maglia azzurra. In avanti, oltre alla coppia Ceravolo – Campagnacci, il tecnico sannita Baroni, può avvalersi del talento romeno ex Inter e Bari George Puscas (20 anni) e dell’ex AlbinoLeffe Kamamoko Cissé (28 anni).

Miglior difesa del campionato e con sole tre sconfitte al passivo, al netto di nove vittorie e cinque pareggi, il Benevento sarà un duro esame casalingo per i ragazzi di Novellino, chiamati a svoltare la propria stagione per liberarsi dalle sabbie mobili dei bassi fondi della classifica.

Normalmente la squadra di Baroni è schierata dal proprio allenatore con un 4-2-3-1 che dà molto spazio d’azione alla batteria di trequartisti composta da Ciciretti, Falco e Melara, trio che copre le spalle all’esperta punta di peso Ceravolo.

Precedenti Avellino-Benevento: Statistiche e Curiosità