Avellino-Benevento e la leggenda dell’Anthemis..

Sale l’attesa in vista della sfida di sabato al Partenio Lombardi contro il Benevento. E mentre sul web impazzano gli sfottò, specie da parte sannita (qualcuno si è preso addirittura la briga di venire ad esporre uno striscione provocatorio nei pressi dello stadio nostrano), noi di Avellinocalcio.it preferiamo ignorare tutto ciò e stemperare anche un po’ questa inutile ostilità, ponendo piuttosto l’attenzione su un particolare curioso legato proprio alla sfida con i beneventani.

Nel lontano 1947, precisamente in data 23 febbraio, l’allora serie C (lega interregionale del sud) nel suo girone B, metteva di fronte Avellino e Benevento. Entrambe le squadre avevano la divisa di colore bianco, presumibilmente perché all’epoca era l’unico disponibile o accessibile, sebbene la squadra Irpina sino ad allora, era scesa in campo con maglie di diversi colori –  strisce rossonere nel 1929/30 poi bianco azzurre nel 1932/33. In occasione del match però le compagini decisero di cambiare le loro maglie per potersi distinguere in campo e pensarono ad una tonalità cromatica che potesse essere rappresentativa del territorio. All’Avellino tocco’ dunque il verde, si dice, per via del famoso liquore Anthemis. Il Benevento invece decise di indossare una maglia gialla per rendere omaggio allo Strega.

Anthemis Avellino-Benevento

Ciò detto, non è mai superfluo conclamare, con modestia, ma anche con tanta voglia di vincere: sempre forza lupi!!!

Anthemis, la Leggenda delle Origini della Maglia dell’Avellino calcio