Avellino, Biraschi: “La società ha grandi ambizioni”

L’Avellino continua a lavorare in vista del secondo “Memorial Nicola Taccone” e dell’inizio della prossima stagione (5 settembre), nella speranza che la società regali a mister Tesser altre pedine da poter aggiungere allo scacchiere biancoverde.

Proprio il calciomercato ha completamente rivoluzionato il reparto offensivo, che ha perso elementi validi come Pisacane ed Ely, ma ha accolto giovani promettenti come Nitriansky e Biraghi. Quest’ultimo, arrivato a parametro zero dal Grosseto, è stato protagonista della conferenza stampa di oggi, a Sturno, durante la quale ha spiegato i motivi per cui ha scelto di giocare in Irpinia: “Avellino è una grande piazza, con tifosi molto calorosi, ma ho scelto di venire a giocare qui soprattutto per la società, perchè è composta da persone molto serie e competenti. Questa è per me una grande occasione e farò di tutto per ritagliarmi uno spazio importante.”

Il difensore romano ha poi parlato del gruppo e delle ambizioni della squadra: “La società ha costruito una squadra molto forte per puntare alla A, ha molte ambizioni e noi dovremo dare tutto per regalare ai nostri tifosi qualcosa di veramente importante. Siamo un gruppo molto unito, stiamo lavorando bene e nelle amichevoli cominciano a intravedersi i primi risultati.”

Le sedute atletiche sono costantemente accompagnate da prove tattiche con il pallone, ecco perchè è tempo di parlare di moduli: “Io sono abituato a giocare con la difesa a 3, quindi devo lavorare con maggiore impegno ed intensità rispetto ad altri per colmare alcune mie carenze. Le mie caratteristiche? Non sono molto alto e il gioco aereo non è il mio forte, ma riesco a compensare con l’esplosività e la cattiveria agonistica, sono uno che difficilmente molla alla prima difficoltà. Chiosa? E’ un bravo ragazzo, un grande difensore, fino adesso il mister mi ha provato spesso in coppia con lui e mi trovo molto bene, conoscendolo dai tempi della Nazionale Under 20. Quando sarà, il mister farà le sue scelte con la massima tranquillità.”

Leggi anche :

Tesser: “Contro l’Espanyol sarà una gara impegnativa”

Espanyol: la Seconda Squadra di Barcellona al Memorial Taccone