Avellino Calcio in Silenzio Stampa dopo la sconfitta a Catania

Avellino Calcio in silenzio stampa. Dopo la sconfitta subita a Catania per 1-0 a causa di un rigore realizzato da Emanuele Calaiò, la società biancoverde ha comunicato la decisione agli organi di informazione. Né Massimo Rastelli, né alcun tesserato dell’Avellino parleranno davanti ai giornalisti. La motivazione è quella dell’arbitraggio alquanto discutibile del signor Baracani di Firenze, “meglio non parlare degli arbitri”, la nota del presidente Walter Taccone.

Probabilmente è il momento più critico della stagione dei lupi in Serie B. Terza sconfitta consecutiva, lupi al sesto posto in classifica a quota 49 punti. Soltanto due le lunghezze di vantaggio sul Perugia, vittorioso al “Partenio-Lombardi” settimana scorsa e prima squadra ad essere esclusa dal lotto della zona playoff. Salgono invece a sette i punti di differenza dalla seconda piazza occupata dal Bologna, che nel mese di febbraio era stata avvicinata dal team di Rastelli grazie alle quattro vittorie consecutive. L’ultima vittoria dell’Avellino in campionato risale al match contro il Bari. Solo quattro punti conquistati nel mese di marzo.

TUTTO SU CATANIA-AVELLINO