Si infittisce il caso calcio scommesse che vede coinvolto l’Avellino e ne esce fuori che la società potesse sapere delle presunte combine.

Come si legge su La Gazzetta dello Sport in edicola oggi, a firma di Nicola Binda c’è un articolo che va dentro al problema e che fa propendere per un’omessa denuncia da parte della società irpina. Infatti si legge che Millesi avesse tentato di corrompere il compagno Mariano Arini: i due si sarebbero incontrati ad Atripalda.

Il racconto di Binda è denso di particolari poiché si dice che i due calciatori si fossero incontrati nell’appartamento di Millesi e qui dopo avergli mostrato i soldi della combine il padrone di casa chiede al compagno di aiutarlo: la risposta di Arini è però un secco no. Il giocatore che ha rifiutato la combine si rivolge alla società che non avrebbe denunciato il fatto e avrebbe solo chiesto il silenzio per non creare clamore. Cosa rischiano ora l’Avellino e Arini? La società una multa, mentre il giocatore qualche mese di squalifica.

Leggi anche: