Avellino Calcio: Taccone pensa di lasciare?

Clamorose dichiarazioni rilasciate dal presidente dell’Avellino Walter Taccone a Irpinianews.it, l’attuale patron dei biancoverdi si è detto stufo delle critiche e di tutto ciò che è successo in quest’estate avellinese. La questione logo, i soli 2000 abbonamenti sottoscritti durante la prima parte della campagna promozionale, l’ammodernamento dello stadio che ha ricevuto, nonostante l’ottimo lavoro le solite inutili critiche, un entusiasmo attorno alla squadra che non sembra essere degno di una compagine che si appresta a disputare un campionato cadetto dopo 4 anni di sofferenze.Gruppo TacconeQueste le parole del presidente: “È una vergogna, sono assolutamente sconcertato. Abbiamo fatto di tutto, in questi quattro anni, per cercare di avvicinare il pubblico a squadra e società ma evidentemente c’è stato qualche ingranaggio che si è rotto. Mi dispiace molto perché i nostri sforzi e i nostri sacrifici dovevano essere accompagnati, non da una riconoscenza, ma da una considerazione migliore”. Il presidente aggiungeSono molto dispiaciuto, ne prendo atto e non posso fare altro che andare avanti distaccandomi un po’ dall’ambiente perché fino a quando ero coinvolto in prima persona, da un punto di vista di entusiasmo e di gioia, i sacrifici venivano in secondo piano“.

La difficile situazione sta portando addirittura Taccone a pensare di lasciare l’A.S. Avellino: “È chiaro che mi sto guardando intorno per vedere se vale ancora la pena continuare a fare sacrifici per questa città o no. Devo fare delle considerazioni e le farò prendendo spunto da tutta una serie di avvenimenti accaduti negli ultimi due tre mesi. Mi riferisco alla questione Logo, alle contestazioni fatte alla famiglia Taccone e soprattutto alla mancanza di rapporto solidale dei tifosi, sia con noi, sia con la squadra. Le contestazioni vanno fatte, ma sui fatti, sui risultati. I tifosi devono capire che ora sono lontani dalla squadra e dalla dirigenza. Ricordassero che la società oggi è questa, domani cambia. Ciò che resta è l’Avellino e dunque la squadra. Se avevo pensato di fare un ulteriore passo in avanti, sia per il logo, sia per la famosa ciliegina sulla torta che tutti si aspettano, devo dire che in questo momento sono lontano da entrambe le cosetifosi avellino curva sudLe continue critiche alla società sembrano aver stancato il patron avellinese, che con queste affermazioni mette paura ai tifosi biancoverdi. Taccone è intervenuto anche sul mercato: “Arriverà, quasi certamente, un difensore centrale importante. Per la punta devo fare delle considerazioni. Un attaccante importante richiede sacrifici enormi ed io, da solo, non posso sempre farne. Non è più il tempo che una sola persona possa mettere in crisi le proprie attività per persone che, alquanto pare, non hanno voglia di divertirsi”. Dichiarazioni forti quelle di Taccone, che rischia di compromettere l’ambiente sereno dello spogliatoio biancoverde, e anche di creare un distacco tra società e tifoseria. Forse è giunto il momento di smetterla di giudicare, criticare e camuffarsi in allenatori e dirigenti, da parte dei tifosi quel che è importante è sostenere i colori biancoverdi sempre e comunque.

Leggi anche –> Avellino: Castaldo critica il manto erboso e vuole rinforzi

Leggi anche –> Avellino Calcio: si fatica a segnare, urge un attaccante

Leggi anche –> As Avellino Store, ancora inattivo il sito per lo shop online