Avellino Calcio, Taccone rileva le quote di Gubitosa

Il patron ha ringraziato Gubitosa per il sostegno in questi due anni

Walter Taccone ha rilevato le quote di Michele Gubitosa ed è ora proprietario dell‘Avellino al 100%. Le firme sono arrivate pochissimi minuti fa, ed al termine dell’incontro sia Taccone che Gubitosa hanno parlato ai media. Ecco le loro dichiarazioni a partire da Gubitosa:

Voglio innanzitutto dire che per me è stato un grande onore rappresentare l’Avellino. “Sapete il motivo per cui sono uscito, ma non voglio si pensi assolutamente a un conflitto con Walter. Sono state delle scelte su progetti differenti, anche il notaio dove abbiamo firmato era dispiaciuto, ma è andata così”.

Quindi Taccone: “Gubitosa è stata la persona più vicina all’Avellino in questi anni, come lui solamente Cipriano. Ha fatto sempre il suo dovere, i nostri rapporti rimangono ottimi. Lo ringrazio perché non ha voluto nulla per uscire dall’Avellino, e sono sicuro che se avrò bisogno di una mano io mio amico Michele ci sarà”.

Gubitosa: “E’ stata un’ esperienza bellissima, molto forte. Ringrazio Walter per le belle parole nei miei confronti, ringrazio il tifo di Avellino, questa mattina ho salutato i capi tifosi. Da questo momento sarò un tifoso dell’Avellino. Spero di aver sbagliato a lasciare questo progetto, perché significa che Taccone ci avrà visto giusto”. Quindi si congeda dai microfoni, salutando anche Taccone, che afferma:

“Come si riparte? Si riparte come eravamo nel 2013, quando siamo tornati in Serie B. L’ultimo anno è stato terribile, ora dobbiamo ripartire. Non si parla di milioni di euro per entrare nell’Avellino, chi vuole veramente farlo deve solo fare un piccolo sacrificio. Cerco solo una persona che ci aiuti per fare una squadra più competitiva”.

Quindi si lascia scappare un nome per il mercato che partirà a breve. “Da quando ci siamo salvati, non c’è stato un giorno in cui non ho pensato all’Avellino. Oggi ho mandato gli auguri ad Arrighini, è il suo compleanno; se il Cittadella non dovesse riscattarlo, è un giocatore che ci interessa”.

Gli viene chiesto se gli obiettivi cambieranno con eventuali ingressi di nuovi soci: “Gli obiettivi non cambiano. Mi avete rotto dicendo che io illudo le persone, nel calcio bisogna avere ambizione, e sempre progredire verso il meglio. Non avessi mai detto di accontentarmi della salvezza all’ultima giornata, puntualmente è successo”.

Ancora sulle offerte per rilevare l’Avellino: “Sono tre quelle scritte, a parte quella di D’Agostino che per ora abbiamo congelato”. Conferma quanto detto stamattina in occasione del rinnovo di Novellino: “Non posso aspettare D’Agostino fino al 20 Giugno, se faccio l’iscrizione al campionato vado avanti da solo”.