Avellino Calcio, Taccone: “Sogno la Serie A, ripartiamo”

Per rassicurare i tifosi sul futuro della squadra, il presidente Walter Taccone ha deciso di presentarsi davanti ai giornalisti in conferenza stampa insieme al tecnico Massimo Rastelli. Dopo la brutta sconfitta subita contro il Lanciano, la seconda casalinga in questo campionato, sono piovute critiche sulla squadra e sull’allenatore, per un atteggiamento in campo troppo timoroso da parte dei giocatori. Bisogna ripartire subito e la società vuole dare un segnale forte a tutto l’ambiente.

Ecco le parole del patron dell’Avellino questa mattina: “Adesso dobbiamo stare tranquilli, sia noi che i ragazzi. Evidentemente dopo un girone di andata giocato in questa maniere le aspettative dei tifosi si sono ingigantite. Tuttavia io non rimangio ciò che sto dicendo da inizio stagione, sono un tifoso anche io come voi e continuo ad avere il mio sogno, nessuno mi potrà mai impedire di sognare“.
Il presidente non disdegna a parlare di Serie A: “Da tifoso la sogno, da presidente sono alquanto preoccupato. Nel girone di andata siamo stati bravissimi a sfruttare l’entusiasmo, abbiamo fatto un campionato straordinario fino a questo momento. La pressione che c’è in questo momento sui giocatori potrebbe essere fatale, potrebbe riempirli di stress. Anche loro probabilmente sognano, ma dobbiamo essere coscienti che il nostro primo obiettivo deve essere la salvezza, che abbiamo quasi raggiunto. La Serie A non deve essere posta come obiettivo. Adesso prendiamoci la prima soddisfazione che è quella di rimanere in serie B, che ormai lo diamo tutti per scontato. Adesso c’è bisogno di stemperare gli animi, respiriamo un po’ tutti. Sono sicuro che la squadra tornerà ad esprimersi ad ottimi livelli nelle prossime partite, bisogna avere pazienza. Ci sta sbagliare, l’importante è che ci sia la voglia di vincere e di giocarsela contro tutto e tutti“.

Leggi anche –> Le parole di Massimo Rastelli in conferenza stampa

Leggi anche –> Allenamenti Avellino, in campo anche Ladrière