Avellino-Carpi, formazione: per Novellino problemi di abbondanza

Nella gara contro gli emiliani saranno quasi tutti a disposizione

L’Avellino prosegue la sua preparazione in vista del match contro il Carpi con una seduta a porte chiuse, in programma questo pomeriggio alle ore 15.00. Morale alle stelle per i lupi dopo i quattro punti ottenuti contro Spal e Frosinone, che hanno riportato il sereno dopo il mese di marzo piuttosto negativo.

Per il match con gli emiliani per Novellino ci potrebbero essere problemi di abbondanza. In difesa si rinnova il duello tra Migliorini e Jidayi, con il primo che sembra però avere conquistato la titolarità grazie alle ultime ottime prestazioni. A centrocampo, l’unico indisponibile dovrebbe essere Lasik, con Paghera che torna a disposizione dopo la squalifica che lo ha fatto stare fuori a Frosinone.

Anche in attacco le scelte non mancano. Ardemagni recupererà il suo posto da titolare, ma chi accanto a lui? Castaldo ha ritrovato il gol contro il Frosinone e sembra difficile tenerlo ancora fuori dall’inizio. C’è poi Eusepi, che in queste due gare non ha demeritato e ha segnato un gol decisivo contro la Spal, e Verde che invece è fuori da due partite e ha voglia di riscatto (a meno che non venga impiegato a centrocampo, dove pure c’è concorrenza).

Per Novellino, altri due giorni abbondanti per pensarci. Il Carpi dal canto suo dovrà rinunciare a Fedato, squalificato, ma ritroverà dalla squalifica Lollo, assente contro la Pro Vercelli. Nella gara di martedì, il Carpi ha dominato ma non è riuscito ad andare oltre lo 0-0. Gli uomini di Castori sono attualmente a due punti dalla zona play-off, e verranno quindi ad Avellino per fare il colpaccio, ma la squadra di Novellino vuole continuare il suo momento positivo e archiviare il prima possibile il discorso salvezza.