Avellino, Carpi e penalizzazione: si avvicinano giornate decisive

Questa settimana potrebbe rivelarsi decisiva per le sorti dell'Avellino

Si avvicinano giornate decisive per l’Avellino. Si inizia da Sabato al Partenio Lombardi contro il Carpi. L’Avellino dopo gli straordinari e inaspettati due risultati positivi maturati contro le “capolista del campionato” Spal e Frosinone ora è chiamato a battere il Carpi di Castori.

Gli 8mila del Partenio (che si spera sia molto gremito anche grazie ai prezzi popolari che la società ha deciso di rimettere) dovranno spingere gli uomini di Novellino ad una vittoria che metterebbe al riparo i lupi anche da una eventuale penalizzazione (sentenza che ci sarà nella giornata di lunedì). C’è anche una piccola possibilità che l’Avellino non venga penalizzato e qui si aprirebbero (in caso di vittoria sabato) anche speranze impensabili di play-off, mentre in caso di piccola penalizzazione farla a 44 punti vuol dire mantenere comunque una certa distanza di sicurezza dalla zona rossa.

Una gara fondamentale dove l’Avellino, la affronterà con la rosa al completo (dovrebbe mancare soltanto mister Novellino che sarà sostituito dal vice Imbimbo). In campo sarebbe meglio schierarsi in maniera offensiva in quanto il Carpi è una squadra che offre tanto il fianco e gioca sempre in maniera molto spregiudicata (anche perché agli uomini di Castori servono punti dopo il passo falso casalingo, a dire la verità molto sfortunato contro la Pro Vercelli). Una soluzione potrebbe essere quella di schierare terzini Laverone e Perrotta (con finalmente Gonzalez in panca), Verde e Bidaoui esterni, con Castaldo e Ardemagni di punta, una sorta di 4-2-4 che porterebbe ai lupi grande pericolosità offensiva.

Di fronte ci sarà, come detto il Carpi, che vuole riagguantare l’ultimo posto disponibile per il treno play-off. Mancherà Fedato squalificato, che sarà sostituito da Concas in fascia e dal ritorno di Lollo che agirà dietro i veri pericoli per la retroguardia biancoverde, ossia i due granatieri Kevin Lasagna cercato da mezza serie A (con la Samp in pole) e Jerry Mbakogu.

Come detto in precedenza il Carpi concede molto perché i suoi terzini in particolare il bravo Letizia hanno caratteristiche più offensive che difensive quindi tenerli bassi può essere una delle chiavi della gara. Battere il Carpi e poi vedere come andrà a finire la vicenda scommesse.

Fare punti totalizzando magari due vittorie nelle prossime tre vorrà dire mettersi a riparo da eventuali pericoli ed affrontare i pericolosi derby di fine campionato con la mente sgombra in modo da fare male, sportivamente parlando, ai nostri cugini che vorrebbero vedere affondare i lupi.

Le giornate decisive sono divise da noi da poche ore, ma il pubblico biancoverde non ha paura ed è pronto a spingere i propri beniamini in modo da regalarci emozioni.