Avellino-Casertana, Derby di Coppa Italia Ricordando Adriano Lombardi

Adriano Lombardi: passato di Avellino e Casertana, in qualche modo presente dei Lupi, che gli hanno dedicato parte della denominazione ufficiale dell’impianto di casa, appunto il Partenio-Lombardi. I biancoverdi e i rossoblù, che si sfideranno domenica, sono storicamente legati da un rapporto di gemellaggio tra le due tifoserie, un’amicizia sicuramente consolidata da un passato che queste due squadre hanno in comune, appunto, identificato nella figura dello storico capitano biancoverde, perito a Mercogliano il 30 novembre 2007 a causa del tremendo morbo di Gehrig, comunemente SLA, che lo affliggeva e che ha ucciso anche Stefano Borgonovo e Gianluca Signorini, tra gli altri.

Biancoverdi e rossoblù hanno avuto la fortuna di vedere in azione il centrocampista, che arrivò ad Avellino nel 1975, giocando 121 gare, bagnate da 13 gol. Fu il capitano dei Lupi nelle stagioni in Serie A, per quattro anni dal ’75 al ’79; da allenatore disputò i campionati ’89-‘90, ‘92-‘93 e ’97-’98. La Casertana, invece, lo ha avuto in panchina dal 1990 al 1992 e nella stagione ’98-’99, la penultima di Lombardi nel mondo del calcio, che lascerà nel 2001, alla Turris.

Leggi anche –> I pronostici sul derby di domenica

Leggi anche –> I precedenti tra Avellino e Casertana