Avellino-Castello 2000, risultato finale 9-0: la cronaca dell’amichevole

La prima uscita stagionale dell’Avellino si è conclusa con la vittoria dei biancoverdi per 9-0 sui dilettanti del Castello 2000. Buona l’affluenza di pubblico, con numerosi tifosi arrivati dall’Irpinia e un centinaio di spettatori a sostenere la squadra locale. In evidenza Gigi Castaldo che ha messo a segno una tripletta.

Sul tabellino dei marcatori sono finiti anche Arini ,che ha realizzato due reti, D’Angelo, Herrera, Fabbro e Biancolino. Rastelli ha messo in campo la squadra con il 3-5-2 e ha alternato i suoi giocatori tra primo e secondo tempo, si è visto in campo anche il difensore bulgaro in prova Jordan Miliev. Hanno destato una buona impressione l’esterno ex Cittadella Andrea De Vito, che ha mostrato buona corsa e ha avuto degli ottimi spunti sulla fascia, Luigi Castaldo e Davide Zappacosta, apparsi già in ottima forma, e il brasiliano Romulo Togni. A sorpresa Francesco Millesi è stato schierato come terzo di difesa a sinistra, un ruolo totalmente inedito per il capitano biancoverde.

Questa la formazione con cui è sceso in campo l’Avellino nel primo tempo:
Di Masi, Izzo, Fabbro, Millesi, Zappacosta, Angiulli, Massimo, D’Angelo, De Vito, Herrera, Castaldo.

I lupi sono partiti un pò in sordina e hanno trovato il gol solo all’ottavo minuto su calcio d’angolo, quando Fabbro ha messo dentro con una deviazione su sponda di testa di Izzo. Nei minuti successivi si fa notare Federico Angiulli che prima con una girata al volo e poi con un sinistro da fuori area va vicino al gol; pochi minuti dopo Gigi Castaldo dà spettacolo quando supera in slalom quattro avversari prima di concludere fuori con un tocco sotto. Nel giro di 5 minuti l’Avellino si porta sul 3-0 grazie a 2 rigori segnalati dal preparatore atletico biancoverde Esposito, che ha indossato le vesti di arbitro per l’occasione, entrambi i penalty sono stati realizzati dal bomber Castaldo. Sul finire del primo tempo i lupi si scatenano: al 38′ è Herrera a metterla dentro con un bel tiro dal limite dell’area; due minuti dopo un bel cross di De Vito dalla fascia sinistra trova la sponda di Zappacosta che libera ancora Castaldo, e l’attaccante mette dentro il 5-0; il 6-0 arriva al 41′ con D’Angelo su assist di Herrera.

Nella ripresa Rastelli stravolge la squadra, che cambia per dieci undicesimi. Soltanto Millesi rimane in campo.
Questa la formazione del secondo tempo: Terracciano, Miliev, Pisacane, Millesi, Bittante, Schiavon, Togni, Arini, Pape, De Angelis, Biancolino.

De Vito Pape

Subito un’emozione con Togni che batte una punizione dalla trequarti del campo, una delle sue specialità, ma non trova la porta. La squadra non riesce a trovare gli stessi spazi del primo tempo, con molti nuovi arrivati in campo che evidentemente devono ancora trovare la giusta intesa. Nei minuti seguenti l’Avellino colpisce ben tre traverse, dapprima con Arini , poi con Biancolino che si è liberato bene in area di rigore, e con Pisacane che spreca solo davanti al portiere. L’Avellino riesce a sbloccarsi nella ripresa solo al 65′ con un tiro da fuori di Mariano Arini, complice il portiere avverario Di Nenno non perfetto nella parata. Arini trova ancora il gol pochi minuti dopo, in seguito a un batti e ribatti in area di rigore. Trova spazio in campo anche il giovane Duilio Evangelista. All’80’ il pitone Biancolino si sblocca: su invito di Eros Schiavon l’attaccante biancoverde sigla il 9-0 che sarà anche il risultato finale.

Buona la prima per i lupi, mister Rastelli ha potuto valutare le condizioni dei suoi giocatori. Non è entrato in campo l’ariete bulgaro Andrey Galabinov, per vederlo all’opera si dovrà attendere la prossima amichevole contro l’Avezzano, in programma domenica 28 luglio.

Leggi anche –> Amichevoli Avellino, oggi test con il Castello 2000

Leggi anche –> Interviste Avellino: parla Mariano Arini

Leggi anche –> Ritiro Avellino: in prova un difensore bulgaro