Avellino-Cesena, da Toscano a Novellino

La partita dell'andata decretò l'esonero di Toscano e l'avvento del tecnico di Montemarano

Contro il Cesena, Novellino completerà un girone alla guida dell’Avellino. Il tecnico irpino infatti, prese la guida della squadra biancoverde proprio dopo la gara di andata contro i romagnoli, persa dai lupi nettamente per 3-0. Fu quella l’ultima di Toscano sulla panchina dell’Avellino, anche se in realtà il tecnico calabrese era fuori per problemi di salute e lo sostituì il vice Napoli.

In ogni caso, Toscano fu poi esonerato, lasciando l’Avellino dopo 16 giornate con altrettanti punti. Una media di un punto a partita, che avrebbe condotto l’Avellino alla retrocessione diretta, o al massimo allo spareggio play-out. Con l’arrivo di Novellino invece, c’è stata una netta svolta in termini di gioco e punti. L’Avellino dal suo arrivo ha infatti conquistato 31 punti in 20 gare, per una media di 1,55 a partita, che proiettato sull’intero campionato equivarrebbe a 65 totali.

Eppure l’inizio non era stato facile neanche per Novellino. All’esordio la sconfitta interna contro l’Ascoli per 2-1, poi il pareggio beffardo contro il Benevento per 1-1 (dopo un primo tempo dominato e con un gol annullato), quindi la sconfitta di Bari per 2-1. La svolta avviene nella vittoria nel derby di Natale contro la Salernitana per 3-2 al Partenio.

Inizia così una serie utile di nove partite consecutive, fatta di cinque vittorie e quattro pareggi, che portano l’Avellino fuori dalla zona calda. Poi un nuovo periodo difficile a marzo, con l’inizio del processo per il calcioscommesse e una serie di risultati negativi, culminati nel pesante 4-1 incassato a Terni. Quindi contro la Spal la vittoria della svolta, poi la penalizzazione di tre punti ma altri sette punti contro Frosinone, Carpi e Pisa.

Ora manca l’ultimo tassello a Novellino per compiere quella che si può definire una vera e propria impresa. La partita contro il Cesena è fondamentale ai fini della salvezza anticipata, per giocare con più tranquillità il finale di stagione e iniziare a programmare subito la prossima, sperando che al timone ci sia sempre Novellino.