Avellino-Cittadella, D’Angelo: “Archiviata Vercelli”

Ospite della trasmissione Contatto Sport, in onda su Primativvù, il capitano dell’Avellino Angelo D’Angelo ha parlato della prossima sfida contro il Cittadella: “Sono a caccia di punti perché vogliono risalire la classifica, archiviamo la beffa di Vercelli e ripartiamo”.

D’Angelo è ritornato anche sulla sconfitta di Vercelli: “C’è stata un’irregolarità sul gol del pareggio. Era fallo tutta la vita. Anche quest’anno gli arbitri ci stanno togliendo qualche punto prezioso. Sia dal punto di vista dell’intensità che della qualità di gioco abbiamo espresso un bellissimo calcio. È stato un Avellino bello da vedere. Dispiace perché dopo una prestazione superlativa abbiamo portato a casa solo un punto”.

D’Angelo ha sottolineato l’importanza del gruppo e la voglia di fare bene nel ritorno: “La forza dell’Avellino è il gruppo, unito e pronto a lottare fino alla fine del campionato. Noi “vecchi” vogliamo riscattare il girone di ritorno dell’anno scorso, dove abbiamo deluso le aspettative dopo un girone d’andata spettacolare. Quest’anno vogliamo fare meglio”.

D’Angelo ha commentato anche le operazioni biancoverdi di questo calciomercato di gennaio: “Le cessioni di Arrighini e Pozzebon non sono bocciature. Il direttore li ha mandati via in prestito per farli maturare e magari farli ritornare. Dispiace perché sono stati con noi per sei mesi dove abbiamo fatto 32 punti. Sono andati via dei compagni molto apprezzati all’interno del nostro spogliatoio, ma questo è il calcio. Ancora non ho avuto modo di parlare con Benjamin perché non parla italiano, quindi faccio un po’ fatica (ride ndr). Trotta è un grandissimo calciatore, diamogli tempo”.

TUTTO SU AVELLINO-CITTADELLA

Leggi anche –> Qui Cittadella: la salvezza passa dal mercato