Avellino-Como, Chiosa: “La partita più difficile delle tre”

“Avellino-Como? La partita più difficile delle tre che ci restano“. Così Marco Chiosa presenta la partita di sabato prossimo, che potrebbe dare ai lupi la salvezza matematica in Serie B. Per il difensore biancoverde, “noi abbiamo tante motivazioni, mentre loro non hanno niente da perdere. Dovremo imporre il nostro gioco e incanalare sui binari giusti la partita”.

Nella conferenza stampa di inizio settimana, Chiosa ha toccato vari argomenti, tra cui il ritorno di Tesser.Il nuovo cambio di allenatore ci ha dato la scossa, permettendoci di fare quattro punti importanti e di vivere una settimana tranquilla”. Quindi aggiunge: “Anche il cambio Tesser-Marcolin aveva portato una leggera scossa contro il Crotone, poi purtroppo i risultati non sono stati buoni”.

Sul momento di difficoltà che la squadra ha avuto: “Le critiche ci hanno stimolato perché non era possibile che eravamo quelli“, afferma. Il reparto arretrato è stato uno dei problemi maggiori per l’Avellino: “Non credo sia stato un problema tattico o di uomini, ma i tanti cambiamenti e i tanti infortuni ci hanno penalizzato, poi qualche errore di troppo ci ha portato ad essere tra le peggiori difese del campionato”.

Sul suo campionatoNon giocare per qualsiasi calciatore è un problema, ma non l’essere schierato a destra, a sinistra o al centro, questo è indifferente. Gli attestati di stima nei miei confronti sono stati piacevoli. La piazza avellinese mi ha aiutato molto”. Chiude parlando del suo futuro: “Ora penso solo alla salvezza, poi si vedrà”.

Leggi anche: Avellino-Como, Kukoc non ci sarà: ha rescisso il Contratto