Avellino-Crotone, Esordio di Fuoco per Marcolin

Dario Marcolin non poteva scegliere un momento peggiore per sedersi sulla panchina dell’Avellino. Sabato alle 15.00, al Partenio,arriva la prima della classe, il Crotone. La squadra sta ancora cercando di capirci qualcosa dopo il cambio di allenatore e la piazza, stampa compresa, non ha preso benissimo l’esonero di Tesser. Insomma, il lavoro dell’ex tecnico del Catania sembra difficile già prima di cominciare.

E vabbè che ci si è messo pure il presidente Taccone ad alzare l’asticella dell’ansia, ieri, nel corso della presentazione di un libro al Circolo della Stampa di Avellino: “Oggi ripartono tutti da zero. calciatori e allenatore. Marcolin deciderà chi merita il posto in squadra. Altri 14 punti per raggiungere il minimo obiettivo stagionale. I calciatori, da ora, perdono meriti e vantaggi”, ha detto il numero uno biancoverde, chiudendo con un poco rassicurante: “E’ finita la pacchia per tutti”.

Avellino - Brescia

Ad ogni modo, la partita di sabato sembra essere già un bel banco di prova per Marcolin che, al netto delle dichiarazioni da cerimonia (“Quando mi ha chiamato l’Avellino sono venuto di corsa. E’ una società importante. Serve la scintilla giusta”) sembra avere entusiasmo ed idee abbastanza chiare. Il suo Avellino giocherà con un 4-3-3, con Insigne one man show, libero di inventare e creare. Come inizio non c’è male.

Ma baserà questo per fermare un Crotone lanciatissimo verso la Serie B? I calabresi hanno 66 punti in classifica, frutto di 19 vittorie, 9 pareggi e sole 4 sconfitte in campionato, con 52 gol segnati (solo il Cagliari ha fatto meglio) e 28 subiti. E’ vero che i rossoblu sono stati sconfitti a Brescia lo scorso 11 marzo, ma è anche vero che prima dello stop con le Rondinelle, la squadra di Juric non perdeva una gara dal 30 gennaio (1-2 contro il Perugia).

All’andata fini 3-1, con un Avellino voglioso e combattivo che grida ancora vendetta per il pesante passivo. Era una squadra diversa, era la squadra di Tesser. A Marcolin il compito, arduo, di convincere una piazza delusa da una stagione molto al di sotto delle aspettative. E di farlo subito. O anche prima.

Leggi anche:  Avellino, Marcolin si prsenta: “Mi piace giocare col 4-3-3”

Leggi anche: Tesser esonerato: comunicato ufficiale dell’Avellino