Avellino, Camillo Ciano si presenta: “Darò il massimo per far felici i tifosi biancoverdi”

Camillo Ciano è un nuovo giocatore dell’Avellino. L’ufficialità è arrivata ieri sera, un acquisto importante per la società biancoverde che rafforza la rosa di mister Rastelli e in particolare il reparto offensivo. Il giocatore arriva in Irpinia con la formula del prestito con diritto di riscatto della metà. Acquistato dal Napoli, Ciano ieri si è già allenato con la squadra in quel di San Michele di Serino.

A partire dalle 11 il calciatore ha presieduto alla conferenza stampa di presentazione presso la sala stampa del “Partenio-Lombardi” che Avellino-Calcio.it ha seguito in diretta live.

Camillo Ciano ha scelto la maglia numero 29

A presentare il giocatore è il diesse biancoverde Enzo De Vito che ha commentato “Con l’agente del calciatore c’era già da tempo la possibilità che Camillo venisse ad Avellino. Ora fa parte dell’A.S Avellino e di questo sono molto contento“.

Ora è il turno di Camillo Ciano di parlare ai microfoni. La prima domanda dei giornalisti in sala è sugli obiettivi stagionali e sulla possibilità di puntare alla Serie ADobbiamo fare un passo alla volta, per ora è importante prima arrivare ai 50 punti, gradino dopo gradino vedremo dove possiamo arrivare”.

Camillo Ciano e De Vito presentazione

Il nuovo attaccante dell’Avellino ha poi dichiarato: “Sono molto sereno, affronto questa nuova avventura con entusiasmo. So di prendermi le mie responsabilità, altrimenti non avrei fatto questa scelta di giocare in una squadra di vertice. Avellino è un grande palcoscenico con dei tifosi eccezionali. Sono venuto al Partenio-Lombardi nell’ultima partita del girone d’andata e vedere quella curva piena è stata un’emozione indescrivibile. Spero di dare il mio contributo per far felici i tifosi biancoverdi“.

Camillo Ciano con la maglia dell'Avellino

Ciano ha giocato con Insigne nella primavera del Napoli poi in Serie B con la maglia del Crotone ha disputato un’ottima stagione. Ma a Padova non è andata per il verso giusto, il giocatore ha spiegato i motivi di questa deludente prima parte di stagione: “A Padova sono stato penalizzato dal cambio di modulo. Con Marcolin giocavamo con il 4-3-3 dove mi esprimevo al meglio, con Mutti mi sono dovuto adattare a fare l’esterno. Non è il mio ruolo ma ho accettato perchè avevo tanta voglia di giocare“.

Caratteristiche tecniche: “Sono una seconda punta, mi piace girare davanti su tutto il fronte offensivo. Credo di essere un giocatore molto pericoloso in area di rigore e far male alle difese avversarie. In squadra abbiamo ottimi attaccanti che conosco. Mi allenerò al massimo e farò del mio meglio. Le scelte poi le farà mister Rastelli”.