Avellino-Empoli: ecco come fermare la squadra di Sarri

E’ arrivato il gran giorno del posticipo di serie B tra l’Avellino e l’Empoli dell’ex mister Sarri, che in Irpinia però pochi ricorderanno a causa delle sue dimissioni alla vigilia dell’esordio del campionato 2007/2008. Gara che si preannuncia molto interessante e che sicuramente mostrerà tutte le doti tecniche delle due squadre, con i toscani vogliosi di riprendere la marcia in vetta alla classifica, dove sono stati superati dal Lanciano di Baroni, mentre i Lupi vorranno dare fastidio ad una prima della classe, come successo a Pescara.

Per mister Rastelli diversi sono i grattacapi sul come cercare di bloccare la temibile formazione toscana: ovviamente è facile partire da quella che è la coppia d’attacco costituita da Tavano e Maccarone, ma certamente è tutta la squadra che in campo crea non pochi problemi agli avversari. Difficile è trafiggere la difesa azzurra, seconda migliore del campionato con appena 4 gol subiti, uno in più del Lanciano: la coppia Rugani-Tonelli garantisce sicurezza, ma certamente Castaldo e Galabinov, dall’alto del loro fisico possente possono creare qualche problema. Attenzione doppia a Tonelli che anche in chiave gol è molto pericoloso, soprattutto sugli sviluppi di calci piazzati.

Tavano e Maccarone

Non si ferma qui, poiché il centrocampo, che salvo sorprese dovrebbe avere Croce, Signorelli e Valdifiori potrà diventare punto cruciale per il gioco degli azzurri: attenzione a Croce, ex Sorrento e Pescara, che ha buona corsa, oltre che ai due giovani dotati di ottime conclusioni dalla distanza. Certamente mister Rastelli dovrà costruire una gabbia poiché il gioco dell’Empoli si basa sui passaggi dei centrocampisti e dunque sarà utilissimo uno come D’Angelo in fase di rottura e ripartenza.

Ma sicuramente sarà la difesa dell’Avellino ad avere il compito più arduo, dovendo limitare il velocissimo Verdi, che potrebbe creare seri pericoli, ma anche la coppia Tavano-Maccarone: Rastelli sembra perciò orientato a scegliere Bittante dal primo minuto al posto di Peccarisi, per non dover rincorrere, considerando che c’è anche Izzo e uno molto fisico come Fabbro. Non ci resta che aspettare qualche ora e capire come effettivamente si evolverà la partita sin dai primi minuti.

Leggi anche -> Avellino-Empoli: assente anche Massimo nel posticipo?

Leggi anche -> Tavano-Maccarone, tandem di lusso in serie B

Leggi anche -> Qui Empoli, gli avversari dei Lupi si preparano alla gara in Irpinia