Avellino-Empoli, per Novellino problemi di abbondanza

Tante le scelte possibili per Novellino in vista di Avellino-Empoli

Allenamento dell'Avellino allo Stadio Partenio-Lombardi

In vista di Avellino-Empoli, in programma sabato prossimo, per Novellino ci saranno “problemi” di abbondanza. Il tecnico di Montemarano potrà infatti scegliere tra più opzioni in tutti i reparti, a partire dalla porta, dove Lezzerini preme per tornare titolare, ma Radu sembra comunque in vantaggio.

In difesa, Suagher ha saltato le ultime due partite, una per squalifica e l’altra per scelta tecnica; anche contro i toscani potrebbe non giocare, almeno dall’inizio, a discapito di Kresic, che, al contrario, sembra aver scalato posizioni nelle gerarche di Novellino. Di fianco a lui sembra certo l’impiego di Migliorini, con Marchizza quindi in panchina. Sulle fasce, probabile conferma del duo Ngawa-Rizzato, con Pecorini e Falasco alternative.

Passiamo ora al centrocampo. Al centro dovrebbe tornare il capitano D’Angelo, con Di Tacchio a suo fianco. In panchina dunque Moretti (che ieri ha avuto un problema in nell’amichevole contro l’Under 17) e Paghera. Dovrebbe tornare dal ‘1 anche Bidaoui a sinistra, con Laverone sulla fascia opposta.

In attacco, Morosini è pronto a riprendersi il posto dopo la panchina di Novara, con Ardemagni terminale offensivo. Asencio e Castaldo, dunque, nonostante siano entrambi in forma, dovranno accontentarsi di subentrare a gara in corso.

Nel citato test di ieri contro l‘Under 17, l’Avellino si è imposto per 7-0, grazie alla tripletta di Castaldo e alle altre reti di Lasik, Camarà, D’Angelo e Morosini. Oggi pomeriggio la squadra biancoverde sosterrà un altro allenamento a porte chiuse, dove Novellino potrà schiarirsi ulteriormente le idee.

Continua la sua preparazione anche l’Empoli. Vivarini potrebbe fare i conti con varie assenze: Simic, Krunic e Veseli, il cui impiego contro l’Avellino sarà deciso all’ultimo. A centrocampo potrebbe esserci l’impiego del giovane Bennacer (classe ’97) al posto del più esperto Lollo, per il resto non dovrebbero esserci grosse novità nella formazione che scenderà in campo al “Partenio-Lombardi”.