Avellino-Entella 1-1, Taccone: “Rastelli ha la fiducia dei giocatori”

Al termine di Avellino-Virtus Entella, partita terminata con il punteggio di 1-1, il Presidente dei lupi Walter Taccone ha analizzato così la partita ai microfoni di Radio Punto Nuovo: “Questo calo della squadra a mio avviso è soltanto a causa della condizione atletica. Il mister ha lo spogliatoio in mano, ha la piena fiducia dei giocatori e non mi sognerei mai di esonerarlo e prendere uno nuovo. I calciatori sono legati all’allenatore”.

Taccone ha parlato anche del confronto con i tifosi al termine del match: “Ho parlato con i tifosi a fine partita, che ce l’hanno con l’allenatore. Ho sentito dire che la società non ha i soldi per pagare un secondo allenatore. Ma stiamo scherzando? Economicamente siamo apposto, siamo stati la seconda squadra a pagare gli stipendi di Aprile in tutta Italia. Diffidate da chi vi dice il contrario perché si mette in dubbio la serietà del Presidente e dei dirigenti dell’Avellino. Questo non significa che i tifosi non possano essere amareggiati, è un loro diritto. Io sono il primo ad essere deluso da questo andamento. Stiamo buttando al mare il sogno della Serie A che stavamo covando dall’inizio del campionato”.

Il numero uno biancoverde ha poi proseguito: “C’è un livellamento in Serie B. Non c’è tanta differenza tra le squadre che lottano per la salvezza e quelle che lottano per i playoff. È inutile discutere delle qualità dei giocatori quando abbiamo ben sette giocatori in rosa che giocano in Nazionale. Nel girone d’andata abbiamo vinto molte partite in cui ci è andata bene, facendo un tiro in porta ed un gol. Purtroppo non riusciamo più a concretizzare, tiriamo poco. Siamo anche un po’ sfortunati in questo momento, stiamo raccogliendo meno di quanto stiamo seminando. Il calcio è fatto così, si può vincere con la prima e perdere con l’ultima. Oggi la partita non mi è piaciuta, non abbiamo giocato con la caparbietà che ci contraddistingue a parte qualche giocatore”.

Sulle ultime cinque partite: “Siamo nei playoff dall’inizio del campionato e non siamo mai usciti. Adesso siamo sesti e rischiamo di andare fuori. Dobbiamo rimboccarci le maniche, se non dovessimo vincere a Crotone la situazione diventa difficile, non possiamo sperare sempre nei risultati delle altre squadre. Mettiamo la testa a posto e diamo ancora di più di quello che stiamo dando adesso. Martedì bisogna vincere, una vittoria può far cambiare atteggiamento nelle partite successive. Lo spero per i miei tifosi”.

TUTTO SU AVELLINO-ENTELLA

Leggi anche: