L’Avellino su Football Manager 2016: Valori dei Giocatori e Giovani Talenti

Vi abbiamo già raccontato dell’Avellino Calcio sul videogioco per pc e console Fifa 16, mostrandovi i valori dei giocatori e le loro caratteristiche. Adesso analizziamo la squadra biancoverde sul manageriale di calcio più venduto al mondo, Football Manager 2016. Un appassionato di calcio non può non conoscere questo gioco, sviluppato dalla Sports Interactive, che ci è costato nottate insonni a cercare di compiere imprese con la nostra squadra del cuore. E chi di voi non ha mai giocato una carriera con l’Avellino? Se non l’avete ancora fatto, questo è l’anno giusto per iniziare.

Su Football Manager 2016 l’Avellino, senza licenze ufficiali ma personalizzabile con le varie patch a disposizione online, è data tra le favorite del campionato di Serie B 2015-2016 con uan reputazione di due stelle e mezzo. Se aveste intenzione di cominciare una carriera con i lupi, il vice di Tesser Mark Tullio Strukelj vi presenterà un rapporto sulla squadra dove vi evidenzierà i calciatori più forti ruolo per ruolo.

AVELLINO SU FOOTBALL MANAGER 2016: VALORI DEI GIOCATORI

Il più forte della rosa è Marcello Trotta. L’attaccante ex Fulham gode di un’ottima abilità nel tiro, nella finalizzazione e nei colpi di testa ed è l’attaccante ideale per la vostra Serie B, ma anche un ottimo rincalzo per una squadra di Serie A. Ventidue anni, con un valore di mercato di un milione e trecento mila euro, ha margini di miglioramento da campione e potrete ottenere una grande plusvalenza su di lui. Trotta è anche il calciatore più promettente della rosa biancoverde, allenato bene e fatto giocare con continuità, infatti, potrete ritrovarvi in squadra un fuoriclasse. Per quanto riguarda il centrocampo, invece, l’uomo su cui puntare è Mariano Arini. Su Football Manager è lui il leader della mediana avellinese, con un valore di mercato di un milione di euro. Titolare inamovibile. In difesa regna Antonio Zito, utile per la sua duttilità. Potete utilizzarlo da terzino, da fluidificante o da interno di centrocampo. A seguire Castaldo, Nica, Chiosa, Visconti, Mokulu, D’Angelo, Gavazzi e Tavano, per una squadra che in Serie B può competere per i pianti alti della classifica.

Tra i giovani talenti, invece, subito dopo Trotta c’è il belga Samuel Bastien. Ancora acerbo nel gioco di default, col passere degli anni il centrocampista di proprietà dell’Anderlecht crescerà esponenzialmente, diventano uno dei giocatori più forti del gioco. Purtroppo per i tifosi dell’Avellino, però, la sua cifra per il riscatto è abbastanza alta e sarà difficile acquistarlo a titolo definitivo. Potrete godervelo soltanto per un anno. Tra i calciatori più scarsi, invece, troviamo Napol, Tutino e Nitriansky. Anche Soumaré ed Insigne non partono da un’abilità di default molto alta, ma hanno ampi margini di miglioramento.

Intanto, abbiamo scovato sul web una chicca per i più appassionati del gioco. Un ragazzo inglese ha giocato una carriera proprio con l’Avellino ed ha caricato il tutto sul suo canale YouTube. Qui sotto il video del primo episodio, ma sul suo canale potrete trovare l’intera carriera suddivisa in una ventina di video. Gustatevela.

Leggi anche: