Avellino-Frosinone, Gomis: “Il mio segreto? Il Lavoro”

È uno dei portieri migliori della Serie B, un vero colpo di mercato nell’estate avellinese. Si è preso il posto da titolare nel team di Massimo Rastelli e non lo lascerà, almeno fino al termine di questa stagione. Alfred Gomis ha parlato questo pomeriggio in conferenza stampa in vista della sfida Avellino-Frosinone di sabato: “Abbiamo studiato a meglio l’avversario, proveremo a fare una grande partita contro una squadra che ha il nostro stesso obiettivo. Ci attende una gara complicata. Il morale è alto dopo due partite vinte, adesso vogliamo continuare a fare bene, non facendo calcoli per la classifica. Il Cittadella è stato un caso, dobbiamo fare bene sia con le grandi che con le piccole”.

Il segreto dei tanti rigori sbagliati dagli avversari con lui tra i pali: “L’arma in più è il lavoro. Ogni giorno si lavora per fare meglio. Il mister vuole questo da noi, cerca il massimo. Domandatelo a mister Dei. Mi piace fare un resoconto al termine del campionato del mio rendimento, posso dire che fino a questo momento è la difesa che mi sta aiutando molto. Rischiamo poco. Devo ringraziare i miei compagni”.

Il futuro, in chiave Torino: “Vorrei restare molto qui in Irpinia, mi trovo bene, ma tutto dipende dal Torino e cosa vorranno fare con me”. La Nazionale: “Dipende tutto da come gioco qui ad Avellino, ovvio che mi piacerebbe un giorno essere convocato negli azzurri”.

TUTTO SU AVELLINO-FROSINONE

Leggi anche –> Gomis, la sua storia raccontata dal padre Charles

Leggi anche –> Trotta, contro il Frosinone sarà il tuo momento