Avellino, il sogno di Luca Bittante: in un anno dalla Primavera al debutto in serie B

Maggio 2012: suo ultima presenza nel campionato Primavera con la maglia della Fiorentina. Agosto 2013: esordio in serie B, da titolare, con l’Avellino. Il sogno di Luca Bittante si è già avverato. In poco più di un anno – quindici mesi per l’esattezza – è passato dal calcio giovanile a quello che conta, dopo appena una stagione tra i professionisti (la scorsa, in Lega Pro).

Arrivato in punta di piedi la scorsa estate, dal grande serbatoio di talenti che è il vivaio della Fiorentina, insieme a Michel Panatti, la sua avventura in Irpinia era cominciata tutta in salita. Timido ed impacciato nelle sue prime apparizioni tra i professionisti, Bittante non aveva convinto nella prima parte del campionato, utilizzato con il contagocce per tutto il girone d’andata. La stessa sorte del compagno nella Viola, Panatti, che aveva rimediato un minutaggio ancora minore. La sua stagione ha rischiato a lungo di passare inosservata, con all’orizzonte il sempre più probabile ritorno alla Fiorentina a giugno.

bittante

Ed invece, a differenza di Panatti (ora al Como), Bittante si è riuscito a guadagnare, settimana dopo settimana, la stima dell’allenatore e dell’ambiente. Rivelandosi un utilissimo jolly difensivo, duttile tatticamente, capace di coprire le tre le posizioni della difesa. La sua evoluzione, a tratti, ricorda un pò quella di Armando Izzo, tanto che a fine stagione la sua riconferma è apparsa scontata. L’Avellino ha subito trovato l’accordo con la Fiorentina, rilevando la metà del cartellino, con il presidente Taccone che in quei giorni ha affermato: “Bittante? Lo volevano in serie A. L’abbiamo strappato a club di prestigio”.

Chiuso a destra dall’insostituibile Davide Zappacosta, nella passata stagione l’esterno di Bassano del Grappa si è fatto sempre trovar pronto quando chiamato in causa, sia per rimpiazzare Pezzella sulla fascia sinistra (spesso preferito anche a Bianco) che per dar fiato allo stesso Zappacosta sull’out destro. Sul finire della stagione, per cause di forza maggiore, Rastelli l’ha dovuto impiegare anche da centrale. Ed il timido (ma sempre più intraprendente) Luca non l’ha deluso.

Leggi anche -> Avellino 2013-2013, confermato Luca Bittante