Avellino in B, con Casillo e Pugliese ci volevano in media 10 giornate per i primi 7 punti

Un cambio di passo, netto e deciso, soprattutto rispetto alle passate esperienze dell’Avellino in Serie B. Si potrebbe sintetizzare più o meno con queste parole l’inizio della nuova avventura dei biancoverdi in cadetteria. L’esperienza di Taccone e Rastelli, infatti, batte i precedenti tentativi dell’Avellino targato Casillo e Pugliese.

Era da ben 22 anni che i biancoverdi non conquistavano 7 punti nelle prime tre giornate di campionato, dalla stagione 1990/1991. La stagione di Zemanlandia e del suo Foggia dei miracoli. Dei 22 gol di Ciccio Baiano e Abel Balbo con l’Udinese. E’ l’anno della cessione di Ravanelli alla Reggiana, squadra in cui metterà a segno ben 16 gol.

marco capparellaIl primo dato di riferimento è quello dell’Avellino 2003/2004. Era la squadra di Masiello, Capparella, Contini, Biancolino, Kutuzov e Nocerino. In panchina c’era Zdenek Zeman. Insomma, una squadra di ottimo livello. In grado di affrontare in massima tranquillità la Serie B e di ambire anche a qualcosa di più rilevante. Quell’annata, però, fu macchiata da scelte di terzi. Fu macchiata da scelte indipendenti dalla volontà dell’Avellino e della sua dirigenza. Tuttavia quell’anno i lupi raggiunsero quota sette punti soltanto il 14 dicembre alla 19-esima giornata, anche grazie alla vittoria a tavolino contro il Napoli per i gravissimi incidenti al Partenio del 20 settembre 2003 che condussero alla morte di Sergio Ercolano. Quella stagione, purtroppo, finì amaramente con la retrocessione, nonostante le 15 reti di Kutuzov. Era l’anno di Luca Toni, di Lucarelli e di Palermo e Livorno in Serie B.

Due stagioni dopo, ancora in Serie B, l’Avellino riuscì a fare un tantino meglio. Con Massimo Rastelli, all’epoca attaccante, ancora Biancolino, Taglialatela, Masiello, Danilevicius e Panarelli. In panca c’era Francesco Oddo e società affidata a Pugliese. I biancoverdi raggiunsero quota otto punti già alla nona giornata, grazie alla vittoria al Partenio contro la Cremonese di Giorgio Roselli per 2-1. Anche quella stagione, nonostante i 17 gol di Danilevicius, terminò con l’onta della retrocessione dopo i play out.

Alessandro PellicoriUn anno di Serie C e poi ancora Serie B. E’ la stagione 2007/2008, l’Avellino inizia con Guido Carboni in panchina. Il tecnico non arriverà, però, al termine della stagione e per Pugliese si rivelerà la scelta azzeccata. Al suo post subentra Alessandro Calori l’11 marzo dopo la sconfitta per 1-0 a Piacenza. Quell’anno ci fu una mezza rivoluzione. Tra i pali Gragnaniello, in difesa De Angelis e Defendi, a centrocampo Sestu, Conticchio e Della Rocca. In attacco Alessandro Pellicori che andrà a segno ben 18 volte di cui 5 su rigore. L’Avellino si salva e raggiunge gli 8 punti alla 12-òesima giornata grazie alla vittoria contro il Ravenna al Partenio per 3-2.

L’anno dopo ancora Serie B, grazie al ripescaggio dalla Lega Pro. La società è ancora saldamente nelle mani di Pugliese. L’allenatore è Giuseppe Incocciati, esonerato in tempi record. Il 7 ottobre dopo soltanto sette giornate e dopo la rovinosa sconfitta contro l’Ascoli al Partenio subentra Campilongo. E’ l’annata dell’amarezza. Ai biancoverdi vengono imposti due punti di penalizzazione per irregolarità amministrative. Due punti che, comunque, non sarebbero serviti poi a molto. Arrivano Mesbah, Sforzini, De Zerbi, Babù, Jimenez e Aubameyang. I lupi raggiungeranno i 7 punti soltanto all’undicesima giornata, grazie al pareggio contro il Pisa al Partenio. Era l’anno del parma in Serie B, del Bari da 80 punti. In quell’anno nessun biancoverde superò quota 10 gol; la stagione terminò con 41 gol fatti e 61 subiti.

Rastelli parla in conferenza stampa

Da lì, da quell’anno, iniziò il calvario. Una strada tortuosa fatta di campi di periferia. Un inferno dal quale l’Avellino è uscito anno dopo anno. Fino alla vittoria di ieri contro la Ternana che è valsa i tre punti ed il primo posto in coabitazione con l’Empoli dopo soltanto 3 giornate, come nella stagione 1990/1991.

Leggi anche –> Avellino-Ternana 1-0: Highlights, Sintesi e Video Gol Castaldo
Leggi anche –> Avellino, 7 punti nelle prime 3 giornate di B, come nella stagione 1990-1991

Leggi anche –> Avellino, mai così bene alla partenza in B da 22 anni
Leggi anche –> Amarcord Avellino Serie B: il calciomercato della stagione 2003 (Zeman)
Leggi anche –> Gli ex Avellino, Capparella: “Quella promozione non la dimentico”
Leggi anche –> Avellino primo in classifica: squadra di guerrieri