Avellino-Juve Stabia, Rastelli: “Giocheremo senza guardare classifiche”

Il tecnico dell’Avellino Massimo Rastelli incontrerà quest’oggi i giornalisti nella conferenza stampa pre-partita di Avellino-Juve Stabia. L’allenatore dei lupi sarà l’unico a parlare davanti ai microfoni prima del derby. In settimana, infatti, nessun tesserato dell’Avellino è intervenuto in conferenza stampa. Potrete seguire la diretta live delle parole del mister sul nostro portale, a partire dalle ore 12.30.

Massimo Rastelli

DIRETTA LIVE CONFERENZA STAMPA RASTELLI

TUTTO SU AVELLINO-JUVE STABIA

Mister come avete preparato il derby con la Juve Stabia? “Paradossalmente ora mi sento di dire che era più difficile la gara contro il Brescia nonostante fossimo in trasferta. Affrontiamo una squadra camaleontica che ha un organico importante ed alcuni elementi giovani di cui sicuramente sentiremo parlare. Per loro sarà la gara della vita considerando che sono ultimi in classifica, ma nelle ultime partite hanno avuto buoni risultati, per cui la classifica non deve ingannare assolutamente. E’ una gara aperta ad ogni risultato sicuramente, come ogni derby non c’è pronostico che regga”.

Il primo posto è solo un sogno o ci credete anche voi? “Noi sappiamo bene quale sia il nostro obiettivo, ma certamente siamo lì e cercheremo di regalare un bello spettacolo per i tifosi e magari li aiuteremo a continuare a sognare. Parliamo di una Juve Stabia con un buon organico, con gente come Lanzaro, Calderoni, Mezavilla, Jidayi, per cui dobbiamo essere attentissimi e leggere al meglio la partita . Ho provato anche nuove soluzioni, ma l’errore che possiamo commettere è guardare la classifica e sentirci grandi”.

Fabbro e Togni saranno della gara? “Entrambi hanno lavorato bene in settimana, Alessandro si è allenato normalmente ed è stato convocato regolarmente a causa delle assenze. Deciderò domattina sicuramente, ma se Fabbro non ce la fa potrei anche pensare ad una difesa a 4, difensori al momento non ce ne sono più”.

Mister Rastelli, torna ad affrontare la Juve Stabia con cui arrivò in Prima Divisione: sensazioni? “Alla città di Castellammare e alla società Juve Stabia sono grato per avermi dato la possibilità di allenare una squadra prestigiosa, ma alla fine le strade si sono separate. Domani saranno i tre punti a contare e nulla più”.

Un pensiero su quanto accaduto a Salerno? “Sempre difficile giudicare dall’esterno, ma ciò che penso è che una gara come quella andava giocata ed onorata”.

Clima caldo anche domani sera al Partenio-Lombardi… “Mi auguro di vedere una bella cornice di pubblico, come successo nelle precedenti gare e mi auguro che sugli spalti ci siano sfottò e termini qui. Il pubblico irpino e quello stabiese sono sempre stati corretti: mi auguro che gli stabiesi vengano accolti nel miglior modo possibile”.

 

Leggi anche –> Avellino-Juve Stabia, Quote Scommesse: lupi favoriti

Leggi anche –> Avellino-Juve Stabia, precedenti e statistiche del derby