Avellino-Juve Stabia, parla l’ex Di Somma: “Sogno un derby senza incidenti”

Stabiese d.o.c., ma adottato dall’Irpinia. Nell’Avellino, infatti, ha fatto il calciatore, l’allenatore ed il dirigente, così come nella Juve Stabia. Nessuno può vivere il derby tra Lupi e Vespe più intensamente di Salvatore Di Somma. Il suo cuore, domenica sera, sarà diviso esattamente a metà. Impossibile provare a strappargli una confessione. Provate a chiedergli per chi farà il tifo. Vi risponderà che tiferà per un derby corretto, tanto in campo quanto sugli spalti.

“Specialmente dopo i fatti di Salerno – commenta lo stesso Di Somma – spero davvero di poter assistere ad una partita tranquilla. Una festa del calcio, senza problemi né incidenti“. Salvatore Di Somma ha scritto, soprattutto come calciatore, la storia del calcio avellinese. Perciò, pur provando ad apparire super partes, quando si tratta di parlare dei Lupi non riesce a nascondere la sua soddisfazione per i risultati ottenuti, fin qui, da Castaldo e soci.

Di Somma

Questa squadra – ci spiega – somiglia molto a quella della stagione 77/78. Secondo me può arrivare in alto, perché rivedo lo stesso entusiasmo, la stessa umiltà e la stessa determinazione che avevamo noi, quell’anno. Come noi, gli uomini di Rastelli scendono in campo con grande motivazione, voglia e rabbia. C’è da ben sperare”.

L’Avellino visto in questo primo scorcio di stagione, in effetti, fa rivivere, ai tifosi irpini, momenti che ormai esistevano solo nei ricordi. I biancoverdi sono secondi in classifica meritatamente, a suon di successi ottenuti, con personalità, sia in casa che in trasferta. La Juve Stabia, in questo momento, appare davvero lontana, dal basso dell’ultima posizione in classifica e dei 17 punti di distacco, nei confronti della squadra di Rastelli. Guai, però, a vederla come una vittima sacrificale.

“Penso sia una partita difficile – dichiara ancora Di Somma -, aperta a qualsiasi risultato. Un derby è una partita particolare, che azzera tutti i valori tecnici. Se proprio fossi costretto a scommettere un euro, punterei sull’Avellino, perché la sua posizione in classifica parla chiaro. Ma, nello stesso tempo, penso che la classifica della Juve Stabia sia bugiarda. Per come sta giocando, in queste ultime giornate, non merita l’ultima piazza. E’ stata anche sfortunata. Avrebbe potuto ottenere qualche punto in più. Per cui, occhio a non sottovalutarla”!