Avellino, Ladrière: “Rastelli? Non mi faceva giocare”

Ve lo ricordate Benoit Ladrière? Il centrocampista belga arrivato a parametro zero in Irpinia, che ha lasciato ottimi ricordi ad Avellino, grazie a colpi di ottima fattura. Bene, ad un anno dalla conclusione della sua esperienza con la casacca biancoverde, il trequartista classe’ 87, al momento svincolato, ha raccontato al portale belgaWalfoot le emozioni provate in quei 6 mesi: “Ad Avellino mi sono trovato benissimo, una piazza calda con dei bellissimi tifosi, che fanno sempre sentire il loro supporto. Futuro? Ora sono libero e il calciomercato riserva sempre delle sorprese, quindi non escludo un mio ritorno in Italia”.

Parlando della società di Walter Taccone, è inevitabile discutere anche del rapporto avuto con mister Rastelli, che a quanto pare non stravedeva per lui: “Il presidente voleva che diventassi una delle colonne della squadra, ma l’allenatore non era d’accordo e le nostre strade si sono divise. Rastelli preferiva far giocare gli italiani della squadra. Non avendo la certezza di essere titolare, il presidente ha rinunciato a sottopormi questo contratto a lungo termine.”

Leggi anche: