Avellino-Lanciano: l’analisi del big match del Partenio-Lombardi

Avellino–Lanciano, che si disputerà sabato al Partenio–Lombardi, è il match di cartello della prossima giornata del campionato di Serie B. La scorsa estate ci avrebbero scommesso in pochi, invece, le due compagini hanno stupito tutti gli addetti ai lavori, disputando una stagione ad altissimi livelli ed ora sono lì, a battersi con le grandi del torneo. Vincere la prossima sfida consentirebbe ai Lupi di continuare a seguire la scia del duo Palermo–Empoli, legittimando ulteriormente le ambizioni della società biancoverde, mentre per il Lanciano, diviso da soli due punti dall’Avellino, un’eventuale vittoria significherebbe sorpasso in classifica.

Massimo Rastelli allenatore Avellino

Prevedere il tipo di incontro al quale assisteremo è difficile, ciò che si può dire con certezza è che ci attende un avversario molto equilibrato, infatti la Virtus occupa la quinta posizione con 37 punti, ottenuti grazie a dieci successi, sette pareggi ed altrettanti stop. Il rendimento dei rossoneri, a testimonianza dell’equilibrio poco fa accennato, non subisce variazioni tra impegni casalinghi ed in trasferta: cinque sono le vittorie ottenute al Guido Biondi, tante quante quelle maturate lontano dall’Abruzzo. I frentani, inoltre, possono contare su di un gruppo molto affiatato, formato da calciatori che la scorsa stagione hanno conquistato un’ottima salvezza ed impreziosito da elementi di indubbio valore per la categoria, come l’attaccante Comi, arrivato a Gennaio, ed a lungo inseguito da De Vito.

A sbilanciarsi sull’esito della prossima partita sono, come sempre, i bookmakers, che dicono Avellino. Il successo biancoverde è quotato a 2.20, mentre il blitz degli ospiti è pagato 3.80 volte l’importo scommesso. Pari a 3.15 è, invece, la quota associata al pari.

BOMBER A CONFRONTO – Quella di sabato è una partita che metterà di fronte due grandi attaccanti: Galabinov per l’Avellino e Comi per la Virtus Lanciano. Con la perla di Terni, il bulgaro biancoverde ha timbrato il cartellino per la decima volta in campionato, raggiungendo la doppia cifra. Comi, invece, è stato protagonista nell’ultimo match giocato dalla sua squadra, realizzando un gol – capolavoro in rovesciata, sembrano ormai lontani i tempi cupi di inizio stagione a Novara. A conferma del momento di grande condizione dei due attaccanti ci sono anche le statistiche inerenti la terza giornata di ritorno della Serie B; Comi e Galabinov, infatti, sono i due calciatori che hanno tirato di più in porta durante l’ultimo impegno di campionato: entrambi hanno cercato la via del gol per ben sette volte.

Domenico Di Cecco

AMARCORD – Il match del Partenio–Lombardi rappresenta un’occasione, molto gradita, per riabbracciare uomini, prima che atleti, che hanno vestito la casacca biancoverde in un recente passato. Sono tre i calciatori rossoneri che hanno giocato per l’Avellino: Mame Baba Thiam, Gaetano Vastola e l’indimenticato Domenico Di Cecco.

Sarà fortissima l’emozione di riabbracciare, seppur solo per poche ore, Mimmo. Un uomo vero, che ha sempre onorato i colori biancoverdi, senza mai risparmiarsi. Ad Avellino ha trascorso tre anni della sua vita, conditi da gioie e dolori e ben 105 presenze con i Lupi. Professionista serio e ligio al dovere è ormai un pilastro anche per la Virtus, squadra della sua città natale. Ciò che può essere detto con certezza è che il pubblico di Avellino riserverà una grande accoglienza a questo atleta che tanto ha dato per la causa biancoverde e che ci auguriamo possa arricchire la sua carriera di tanti successi professionali…Magari, però, partendo dalla quinta giornata di ritorno del torneo cadetto!