Avellino-Lanciano, l’ex Di Cecco torna al “Partenio”

Avellino-Lanciano per Domenico Di Cecco sarà la prima volta al “Partenio” da avversario. Il centrocampista rossonero, nativo proprio della città abruzzese, tornerà nello stadio della sua seconda “casa”: l’Irpinia. I begli anni trascorsi con la maglia biancoverde addosso non si scordano. Una maglia sudata per tutti i 90 minuti di gioco in ogni partita. Un lottatore Mimmo, uno dei pochi a salvarsi nelle stagioni disastrose della gestione Pugliese in Serie B. Un simbolo di quegli anni, che ha anche indossato la fascia di capitano dell’Avellino. Ragazzo d’oro, entrato nel cuore della tifoseria avellinese a furia di correre dietro agli avversari. Forse nell’Avellino di oggi ci starebbe alla perfezione, proprio per le sue caratteristiche che si sposano con lo spirito del gruppo di quest’anno. Sarà emozionante per Di Cecco tornare da nemico nella bolgia del “Partenio-Lombardi, che spesse volte lo ha applaudito.

Durante la sua avventura in biancoverde, dal 2006 al 2009, Di Cecco ha collezionato 108 presenze, condite da una promozione e due retrocessioni. Di Cecco giocò la storica finale play-off contro il Foggia, decisa da un gol allo scadere di Gonzales Rivaldo e dai rigori realizzati da Biancolino ed Evacuo. Restano impresse negli occhi dei tifosi le sue lacrime dopo la sconfitta di Bari, che sancì la retrocessione dell’U.S. Avellino in Serie C1. Di Cecco dopo aver lasciato la squadra irpina ha giocato per quattro stagioni al Lanciano, nel mezzo una parentesi al Barletta. Quest’anno ha collezionato 22 presenze ed un gol con la squadra di Marco Baroni.

TUTTO SU AVELLINO-LANCIANO

Leggi anche –> Avellino-Lanciano, torna Vastola uomo promozione di Crotone

Leggi anche –> Avellino-Lanciano, Angiulli: “Il pubblico sarà la nostra marcia in più”